Accordo Comune della Spezia e Enel per progetti congiunti per transizione energetica e sostenibilità ambientale e sociale

Tempo di lettura: 3 minuti

LA SPEZIA – Promozione di  progetti per la riqualificazione della centrale Eugenio Montale in polo energetico innovativo e sostenibile.

E in particolareper iniziative di carattere industriale tra cui l’idrogeno verde e la mobilità elettrica insieme a una pluralità di attività a favore della collettività, del territorio e dell’occupazione.

Un percorso condiviso che mira a far sì che la transizione energetica rappresenti un’occasione di sviluppo per il territorio e per l’Italia.

Per il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini dichiara: “Quello che firmiamo oggi è un accordo storico per la nostra città, atteso da tutti gli spezzini e per il quale abbiamo lavorato per garantire la risoluzione a una situazione di criticità evidente. Parliamo di un’area strategica del territorio che adesso ha una nuova visione per il futuro e una destinazione d’uso ben diversa dal passato. L’area non sarà più utilizzata per la produzione di energia con combustibili fossili, rimangono a disposizione una ventina di ettari di terreno per investimenti produttivi e diventerà un centro innovativo per l’energia sostenibile e l’innovazione. Inoltre saranno recuperate delle zone per uso pubblico, per praticare diverse discipline sportive che richiedono spazi. L’importante risultato è frutto di un lungo confronto con i vertici di Enel, che ringrazio per la loro disponibilità e per aver sottoscritto questo accordo di progetto. L’azienda, anche in base a quanto sottoscritto, resterà sul territorio, ma con una presenza compatibile con la città che vogliamo. Siamo al punto di svolta, presto non vedremo più la ciminiera che verrà demolita. Inizia una nuova era per l’area Enel legata alla sostenibilità, lo sviluppo occupazionale legato a nuove opportunità ed allo sport. Il nuovo volto della città”.

Sono dunque tutte iniziative all’insegna della sostenibilità ambientale e sociale le finalità del Protocollo d’intesa siglato questa mattina tra Pierluigi Peracchini, Sindaco della Spezia, e Luca Solfaroli Camillocci, Head of Enel Green Power and Thermal Generation Italy.

Un documento in cui le parti si impegnano ad avviare un percorso sinergico per finalizzare le progettuali già identificate e valutare congiuntamente nuove iniziative orientate alla riqualificazione dell’area di centrale nonché alla promozione di progetti per lo sviluppo sostenibile.

Attraverso il Protocollo, il Comune della Spezia intende dare ulteriore accelerazione al percorso che punta ad assicurare lo sviluppo della comunità in ottica di futuro sostenibile nel quale trovino equilibrio gli aspetti paesaggistici, ambientali, urbanistici e sociali, così da preservare l’identità dei luoghi e al tempo stesso cogliere le opportunità legate alla transizione energetica e all’innovazione.

Enel Produzione, dal canto suo, è impegnata da tempo nella transizione energetica del sito di La Spezia attraverso la realizzazione di un polo energetico innovativo nel quale promuovere attività sia nel settore dell’energia che di altri ambiti produttivi nelle aree della Centrale precedentemente destinate alla produzione elettrica da carbone: qui è prevista la realizzazione di un impianto fotovoltaico,  l’installazione di un sistema di accumulo di energia elettrica (BESS) e un impianto di produzione di idrogeno verde, il cui progetto è risultato aggiudicatario del bando PNRR.

Comune della Spezia ed Enel saranno impegnati infine nella identificazione di ulteriori iniziative in grado di creare valore e opportunità per il territorio: questi percorsi di sviluppo saranno accompagnati da un processo di coinvolgimento degli stakeholder del territorio.

Attraverso il Protocollo le parti si impegnano pertanto a trovare soluzioni condivise che possano accelerare i progetti nella riqualificazione del polo energetico innovativo di La Spezia. Altro aspetto fondamentale del Protocollo riguarda il proseguimento di iniziative a supporto dell’occupazione. Enel Produzione si impegna altresì a supportare la realizzazione da parte del Comune di progetti a favore della comunità, ad esempio in ambito sportivo

Per tutte le attività oggetto dell’Accordo, le Parti istituiscono un tavolo paritetico dedicato al monitoraggio delle iniziative già definite e al confronto periodico rispetto a nuove progettualità. Inoltre sia il Comune che Enel Produzione si riservano la facoltà di istituire tavoli dedicati a specifiche iniziative e di ampliare la partecipazione ai tavoli anche a stakeholder istituzionali, imprenditoriali e/o sociali. Inoltre per le aree della Centrale non ancora identificate per le progettualità previste nell’accordo Enel valuterà la fattibilità di iniziative correlate alla filiera delle rinnovabili e/o ulteriori progetti energetici correlati alla transizione energetica, le cui caratteristiche saranno oggetto di esame congiunto con il Comune.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter