Ultimi Articoli

Cisita: i corsi per figure professionali della navalmeccanica aperti anche ai non residenti in Liguria se …

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 3 minuti

LA SPEZIA – C’è una novità importante nel bando per le quattro attività formative promosse dal CISITA con l’iniziativa “formarsi per occuparsi – fabbisogni professionali della navalmeccanica”.

Una novità non da poco in quanto consiste in una positiva eccezione tenuto conto soprattutto della situazione non facile nel mercato del lavoro e significativamente nell’incontro tra domanda e offerta.

Si tratta della possibilità offerta anche ai non residenti in Liguria di poter partecipare ai corsi professionalizzanti. Lo si rileva da una attenta lettura dei testi dei bandi laddove, tra parentesi, si mette nero su bianco che “in caso di carenza di partecipazione, potrà essere prevista l’iscrizione da parte di utenti residenti/domiciliati nel resto del territorio nazionale”, significativamente, aggiungiamo, nelle province confinanti o vicine, come per esempio Massa Carrara e Parma.

Cogliamo l’occasione, fatta questa premessa, di riproporre l’articolo che annunciava la programmazione dei nuovi corsi da parte del CISITA Formazione Superiore, presieduta da Giorgia Bucchioni, che è Agenzia formativa e di servizi per il lavoro, di diretta emanazione delle associazioni territoriali di Confindustria La Spezia e Confindustria Liguria che, grazie ai contributi regionali e non solo, permette di partecipare a corsi totalmente gratuiti dopo i quali si avrà la elevata possibilità di inserimento nel mondo del lavoro.

L’apertura per l’iscrizione al bando è iniziata il 7 giugno 2022 ed ha un termine massimo di presentazione della domanda previsto per il 10 luglio 2022 alle ore 12:00 con conseguente inizio dei corsi lo stesso mese.

Tutti i corsi prevedono che si sia in possesso di uno dei seguenti titoli: l’assolvimento dell’obbligo istruttivo, qualifica triennale oppure diploma di scuola secondaria di 2° grado.

Inoltre tutti i corsi rispettano la normativa per le pari opportunità 198/2006 e richiedono che il partecipante abbia compiuto la maggiore età, sia disoccupato e che risieda in Liguria.

Lo svolgimento si terrà nell’aula didattica presso il CISITA alla Spezia in via del molo 1/a.

Sono 3 gli ambiti dello spettro nautico che andranno a trattare i corsi formativi proposti dalla scuola spezzina.

Il primo riguarda due corsi rivolti a 16 persone l’uno per l’attestato da CARPENTIERE IN METALLO ADDETTO AL MONTAGGIO SCAFO il quale, dopo il superamento dell’esame finale, avrà le competenze per la lavorazione di carpenteria nautica con particolare riferimento alla costruzione di grosse imbarcazioni; inoltre avrà la conoscenza necessaria volta all’interpretazione dei progetti e dei piani di lavorazione.

Tutte queste conoscenze saranno maturate dopo un percorso formativo di 600 ore suddivise in 360 di teoria e pratica mentre le restanti 240 di tirocinio curriculare.

Il termine del percorso prevede l’attivazione di un periodo da tirocinante di 3 mesi.

Il secondo consiste in una sola edizione rivolta a 18 partecipanti per l’attestato da SALDATORE dove, al termine dell’esame finale, saranno maturate le capacità per l’assemblaggio e la lavorazione di parti metalliche e di diversi tipi di materiali attraverso la saldatura.

Anche in questo caso le ore del corso ammontano a 600 ma con una suddivisione di 440 per la teoria/pratica e 160 di stage con un periodo di 3 mesi da tirocinante.

La terza ed ultima attività formativa prevede un solo percorso rivolto a 48 disoccupati/inoccupati per l’ottenimento dell’attestato da INSTALLATORE/MANUTENTORE DI IMPIANTI IDRAULICI E DI CONDIZIONAMENTO NAUTICI.

Il superamento dell’esame comproverà la corretta acquisizione di tutte le capacità per la manutenzione e la riparazione dei differenti tipi di impianti a bardo delle imbarcazioni; necessaria inoltre una conoscenza approfondita della fluodinamica, della termologia e della tecnologia meccanica.

Come nel primo corso la durata si attesta sulle 600 ore con una suddivisione di 360 per la teoria/pratica e 240 per il tirocinio dopo le quali si avrà, anche in questo caso, la possibilità di uno stage di 90 giorni.

L’obiettivo di inserire tramite assunzione almeno il 30% degli utenti è frutto di un accordo sindacale delle aziende appartenenti all’indotto navalmeccanico spezzino.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi