Ultimi Articoli

“Con Enel sta perdendo la grande occasione di un’area strategica per la logistica e appetibile per investimenti industriali sostenibili”

Tempo di lettura: < 1 minuto

LA SPEZIA – “Non si può perdere altro tempo e rischiamo di non cogliere una grande occasione di sviluppo e di rilancio economico del territorio – dicono Cgil, Cisl e Uil – in un’area strategica dal punto di vista logistico e molto appetibile per investimenti industriali sostenibili”.

Questo il messaggio dei sindacati che con le categorie dell’indotto si sono riunite questa mattina per fare il punto sull’area dell’Enel.

E che chiedono di riaprire il tavolo istituzionale di Comuni e Regione con Confindustria La Spezia ed Enel per un confronto serio sul futuro dell’area, per capire i possibili progetti di sviluppo ed i tempi della bonifica necessaria e non rimandabile: “Non possiamo più attendere”.

E concludono: “Bisogna anche dare risposte certe ai lavoratori dell’indotto, prevedendo la continuità occupazionale, percorsi formativi e di riqualificazione per eventuali ricollocazioni; ad esempio, si dice che entro il 31 dicembre dovrebbe chiudere la mensa della centrale di Vallegrande e quindi si pone il problema del ricollocamento dei lavoratori della mensa stessa”

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi