Ultimi Articoli

Con il Palio del Golfo c’è stato il grande ritorno della più spezzina delle tradizioni

Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Erano le 19,38 quando il canonico sparo a salve ha decretato l’inizio della gara più attesa della città e da tutte le Borgate Marinare del Golfo della Spezia, una gara fatta di mesi di allenamento e di sacrifici per giungere alla prima domenica di agosto con un solo obiettivo: essere i più veloci.

Duemila metri, due giri di boa, un equipaggio e tanta determinazione sono gli ingredienti principali che danno vita ad una tradizione giunta alla sua novantasettesima edizione.

Sono da poco passate le 19,30, la Passeggiata Morin è gremita di gente, i cori di ogni borgata riecheggiano e l’ambito gonfalone è pronto ad essere conquistato; è tutto pronto.

La calma piatta del mare viene interrotta bruscamente dai remi delle tredici imbarcazioni partecipanti ma se dopo i primi mille metri il Canaletto è quello che sembra avere la vittoria in tasca la situazione è destinata a cambiare.

Ci troviamo ai tre quarti di gara e gli “squali” del Fezzano non sembrano intenzionati a concedere la prima posizione ai “canarini”; sono gli ultimi colpi di remo e le due imbarcazioni sono praticamente appaiate, il traguardo si avvicina ma per il Canaletto non c’è scampo.

I tifosi, vista la vittoria imminente, si gettano in acqua, la fatica lascia spazio alla gioia mentre il molo si tinge di verde: il Fezzano vince il novantasettesimo Palio del Golfo staccando il secondo arrivato di circa quattro secondi, terminando la competizione in 11′ 09” 69.

I festeggiamenti proseguono per tutta la serata, i mesi di sacrificio e di duro allenamento sono stati ripagati ma ecco arrivare le 22,30, le luci della passeggiata si spengono e i tre botti danno inizio allo spettacolo pirotecnico; una mezz’ora in cui i cieli del Golfo della Spezia si tingono di tutto lo spettro cromatico e le urla di stupore dei più piccoli spesso sovrastano il rumore dei fuochi.

Dopo un 2020 di stop completo e un 2021 limitato dalle restrizioni dovute alla pandemia, il Palio del 2022 aveva l’obiettivo di essere quello della rinascita e vedendo l’enorme affluenza di persone e il grande entusiasmo dietro a questo evento possiamo affermarlo con certezza: obiettivo centrato!

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi