Ultimi Articoli

Confindustria La Spezia plaude al finanziamento della galleria di valico per il completamento della pontremolese

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Confindustria La Spezia ha appreso con favore la notizia dell’avvenuto inserimento del finanziamento della galleria di valico per la ferrovia Pontremolese nel Documento strategico della mobilità ferroviaria di passeggeri e merci, grazie soprattutto al lavoro svolto dalla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati ed alla particolare sensibilità dimostrata verso il nostro territorio dal Presidente On. Raffaella Paita e dal relatore del documento in Commissione On. Edoardo Rixi.

Come più volte ribadito, Confindustria La Spezia ritiene fondamentale l’ultimazione della Linea Ferroviaria Pontremolese per lo sviluppo sociale e demografico di tutti i territori interessati e non solamente per le attività economiche legate al porto ed alla logistica.

Confindustria La Spezia, negli anni, non si è limitata a sterili dichiarazioni sulla stampa ma è intervenuta in tutte le sedi e a tutti i livelli a supporto della necessità, da parte del Governo, di considerare strategica la Pontremolese e inserirla nel Contratto di Programma delle Ferrovie dello Stato.

L’azione dell’Associazione ha creato il consenso sull’opera che travalica i confini della regione: infatti, nel settembre del 2020 hanno preso ufficialmente posizione anche le Associazioni confindustriali delle provincie di Livorno-Massa Carrara, Parma, Piacenza, Mantova, Reggio Emilia e Verona.

È con soddisfazione, pertanto, che apprendiamo la notizia comparsa sulla stampa locale, ritenendola un risultato importante soprattutto per il nostro comprensorio, nell’auspicio che il completamento di questa importante infrastruttura avvenga in tempi brevi.

La Linea ferroviaria Pontremolese sarà fondamentale non solo per le attività economiche legate ai porti della Spezia e Marina di Carrara, ma anche per le attività legate alla logistica dei territori interessati delle regioni Liguria, Emilia- Romagna e Toscana, contribuendo alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica di queste regioni.

Il potenziamento del collegamento ferroviario consentirà a tutti questi territori di essere più competitivi incrementando i relativi commerci e la crescita economica. Questo significa sviluppo sociale, ricaduta occupazionale e conseguente incremento demografico.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi