Ultimi Articoli

Dal Porto di Marina di Carrara la “polvere del pregiato marmo” per il riempimento di Fincantieri a Genova

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: < 1 minuto

MARINA DI CARRARA – A Genova lo hanno annunciato come “riempimento nobile” quello in corso nello specchio a mare davanti allo stabilimento di Fincantieri a Sestri Ponente.

Nobile perché – ha raccontato Massimo Minella su la Repubblica – perché nei cassoni di calcestruzzo che saranno via via affondati finirà la polvere della lavorazione del “pregiatissimo marmo” delle cave di Carrara. Se ne è già parlato ma il rilancio della novità è fatta coincidere con il via al lavori che consentiranno a Fincantieri si costruire navi fino a 175 metri di lunghezza superando così l’attuale limite delle 115mila.

Il trasferimento via nave dal Porto di Marina di Carrara è in atto con 50 viaggi già all’attivo che hanno trasferito a Genova 200mila metri cubi di materiale lapideo. Per completare l’operazione dovranno essere trasportati da Marina di Carrara a Genova altri 800mila metri cubi.

Due considerazioni emergono da questa operazione: l’esempio di economia circolare con gli scarti della lavorazione del marmo non trattati come rifiuto altrimenti smaltibile; la collaborazione tra le due Autorità di sistema del Mar Ligure  Occidentale (Genova-Savona) e del Mar Ligure Orientale (La Spezia-Marina di Carrara).

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi