Ultimi Articoli

Dall’inizio di Mare sicuro 18 le sanzioni amministrative nell’Area marina protetta delle Cinque Terre

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: < 1 minuto

CINQUE TERRE – Uno yacht di 40 metri è stato individuato nel mare antistante Punta Mesco, a Monterosso, area ricadente all’interno dell’Area Marina Protetta delle Cinque Terre.

Come è noto all’interno di tale area, di particolare pregio naturalistico, è vietata la navigazione alle unità di lunghezza superiore ai 24 metri.

La nave da diporto, battente bandiera delle Isole Caiman, è stata intercettata quando era alla fonda, dopo essere transitata nella zona C dell’Area Marina Protetta.

Il Comandante dell’unità è stato deferito all’autorità giudiziaria. Nel caso si prevede l’arresto fino a sei mesi e l’ammenda da 103 euro a 12.900 euro, oltre all’elevazione di una ulteriore sanzione amministrativa da 200 a 1000 euro.

Dall’inizio dell’operazione mare sicuro sono 18 le sanzioni amministrative elevate all’interno dell’area marina protetta delle Cinque Terre, per la maggior parte dovute al mancato rispetto dei limiti di velocità, transiti, ormeggio e ancoraggio in zone vietate, e attività di divulgazione naturalistica non autorizzata.

La Capitaneria di porto coglie l’occasione per ribadire l’importanza del rispetto per l’ambiente marino e sensibilizza l’utenza nautica ad una maggiore attenzione e rispetto del mare, al fine di tutelare e preservare l’ecosistema marino.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi