Dogana. il nuovo sistema di presentazione merci “AIDA 2.0” sarà esteso,  a partire già il prossimo 8 febbraio 2022, a tutti gli Uffici portuali e successivamente anche agli uffici aeroportuali

Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Sta suscitando interesse e ovviamente attenzione professionale il nuovo sistema di presentazione merci “AIDA 2.0” del quale abbiamo riferito nel giorno del suo debutto tra Napoli e Genova.

Pubblichiamo oggi qui sopra lo schema di sintesi della sua estensione dopo il successo della prima emissione avvenuta il 2 dicembre presso l’Ufficio delle Dogane di Napoli 1. E’ qui, lo ricordiamo, che è stato presentato il primo manifesto elettronico 2.0 (e-Manifest), nell’ambito del progetto di reingegnerizzazione della presentazione delle merci mediante i manifesti merci in arrivo (MMA), manifesti merci in partenza (MMP) e carico/scarico partite merci nei magazzini di temporanea custodia doganale (TC).

Il porto di Napoli è stato scelto come ufficio pilota per la sperimentazione delle nuove linee funzionali descritte sul sito web di ADM (https://lnkd.in/eJM3GjF5), accessibili agli operatori nell’ambito di AIDA 2.0 – “Presentazione merci” (https://lnkd.in/eU_judnD.

Comprendiamo che stiamo entrando in un ambito tecnico che però interessa gli operatori quando parliamo di funzionalità operanti nel nuovo sistema (“ _to be_ ”). Funzionalità che in sintesi consentono la trasmissione del manifesto in formato XML alla piattaforma di accoglienza, con possibilità di allegare il fascicolo elettronico delle polizze di carico e conseguente dematerializzazione dei documenti.

Si entra ora nella fase della estensione di questoi nuovo sistema che, infatti, dopo un periodo di sperimentazione, sarà esteso,  a partire già il prossimo 8 febbraio 2022, a tutti gli Uffici portuali e successivamente anche agli uffici aeroportuali per assicurare l’interoperabilità e la semplificazione a favore degli attori coinvolti nel ciclo portuale ed aeroportuale.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter