Ultimi Articoli

Dopo l’acquisizione di Perini Navi per “ProiezionidiBorsa” il titolo di The Italian Sea Group di Marina di Carrara potrebbe guadagnare il 20% nelle prossime settimane

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

MARINA DI CARRARA – “Dopo una recente acquisizione è iniziata la riscossa del titolo The Italian Sea Group che potrebbe guadagnare il 20% nelle prossime settimane”.

Inizia così l’articolo di “ProiezionidiBorsa” sugli aggiornamenti di The Italian Sea Group fondata e guidata da Giovanni Costantino ripartendo, nella ricostruzione dei recenti avvenimenti dall’acquisto di Perini Navi per il quale riporta il comunicato ufficiale che ( ricordate?) recitava: “The Italian Sea Group S.p.A. (“TISG” o la “Società”), operatore globale nel settore della nautica di lusso, attraverso la propria controllata al 100%, New Sail S.r.l., si è aggiudicata l’Asta indetta dal Tribunale di Lucca per il fallimento Perini Navi S.p.A., a un prezzo complessivo di 80 milioni di euro“.

“È importante notare – commenta “ProiezionidiBorsa” – che questa acquisizione è stata effettuata battendo la concorrenza di colossi come Sanlorenzo e Ferretti Group”. E così prosegue in un linguaggio strettamente tecnico-borsistico: “Dopo questa acquisizione il titolo ha guadagnato in una settimana oltre il 12% risultando tra i migliori titoli di Piazza Affari. Questo rialzo, però, è particolarmente interessante in quanto ha permesso la rottura in chiusura di settimana dell’importantissima resistenza in area 6,16 euro (I obiettivo di prezzo). Si sono aperte, dunque, le porte al raggiungimento del II obiettivo di prezzo in area 6,82 euro e a seguire del III obiettivo di prezzo in area 7,48 euro (III obiettivo di prezzo)”.

“Affinché si verifichi questo scenario, però, sarà di fondamentale importanza la chiusura della settimana in corso. Sarà necessario, infatti, che venga confermata la rottura della resistenza. In caso contrario le quotazioni potrebbero tornare nuovamente al ribasso. Una conferma in tal senso si avrebbe con una chiusura settimanale inferiore a 5,75 euro”.

La valutazione del titolo The Italian Sea Group dal punto di vista della valutazione il solo fair value, calcolato con il metodo del discounted cash flow, esprime una sottovalutazione di circa il 40%. Per il resto tutti gli indicatori indicano un titolo sopravvalutato. La forza del titolo, però, risiede nelle prospettive di crescita futura. Secondo gli analisti, infatti, gli utili del titolo sono attesi crescere mediamente del 40% all’anno per i prossimi tre anni. Secondo gli analisti che coprono il titolo il consenso medio è comprare con un prezzo obiettivi medio che esprime una sottovalutazione superiore al 30%.
È iniziata la riscossa del titolo The Italian Sea Group che potrebbe guadagnare il 20% nelle prossime settimane.

E conclude: le azioni The Italian Sea Group (MIL:TISG) hanno chiuso la seduta del 23 dicembre a quota 6,37 euro in rialzo del 7,60% rispetto alla chiusura della seduta precedente.

Nella foto: Giovanni Costantino fondatore e amministratore delegato di The Italian Sea Group S.p.A. che ha sede e cantiere navale di alta gamma a Marina di Carrara

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi