Ultimi Articoli

Eni e Sonatrach confermano che saranno onorati gli impegni contrattuali con l’Italia per le forniture di gas 

Tempo di lettura: < 1 minuto

MILANO – ALGERI – Eni e Sonatrach hanno smentito le indiscrezioni lanciate dal sito investigativo algerino, Algérie Part, secondo il quale il colosso pubblico algerino, Sonatrach, avrebbe difficoltà a onorare gli impegni contrattuali con l’Italia per le forniture di gas.

Le due società hanno assicurato sulla capacità di Sonatrach di fornire i volumi contrattuali previsti dai contratti.

Come si ricorderà, nell’aprile 2022 Eni e Sonatrach avevano firmato un accordo – con i  governi italiano e algerino – per aumentare la quantità di gas trasportata dal gasdotto TransMed, tra Algeria e Sicilia, attraverso la Tunisia.

Con un incremento di 9 miliardi annui di metri cubi rispetto ai 20 e i 22 miliardi di metri cubi all’anno, tenuto conto che TransMed ha una capacità massima di 32 miliardi di metri cubi, è evidente che il gasdotto dovrà andare al massimo delle sue capacità sul periodo 2023-24.

Così l’Algeria diventerà, a conclusione del ciclo, il primo fornitore  di gas per l’Italia.

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi