Ultimi Articoli

Fonte del porto: entro l’ estate pronta l’area verde a Fossamastra e completata la pista ciclabile per residenti e casa-lavoro

Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Sarà pronta e fruibile nella prossima primavera la pista ciclabile collegherà Fossamastra e l’area industriale attraverso Via Valdilocchi, Via Melara e Via delle Casermette, mentre nell’ex piazzale Tarros. dietro la scuola, sorgerà una nuova area verde per gli abitanti e soprattutto i bambini e del quartiere.

Vedono così la luce due pilastri del progetto finanziato dal “Programma per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie dei Comuni capoluoghi di provincia” della Presidenza del Consiglio dei Ministri per un importo di 1 milione e 743mila euro.

Il progetto è stato illustrato a Palazzo civico alla presenza del sindaco Pierluigi Peracchini, dell’assessore ai Lavori pubblici Pietro Antonio Cimino e dell’assessore all’Ambiente e alla Mobilità Kristopher Casati.

Entrando nel dettaglio l’area verde sarà arricchita da arredi fissi, giochi per i bambini, panchine/sedute, cestini portarifiuti e attrezzature specifiche per attività motorie all’aria aperta e costituisce una forte innovazione nonché innesco di un processo di rigenerazione ambientale per i quartieri del porto.

Per la pista ciclabile, una parte della quale è già quasi completata nel tratto lungo Via Valdilocchi antistante il Canale Fossamastra, sono in corso i lavori nel tratto parallelo a Via Melara.

L’intervento è rivolto ai residenti della zona, ma anche ai dipendenti delle aziende, tanto che l’amministrazione, attraverso l’assessore Casati, sta incontrando i mobility manager delle imprese per agevolare l’utilizzo della bicicletta nel tragitto casa-lavoro, come per esempio hub mobili per consentire di interrompere le corse negli spazi aziendali.

Saranno per questo potenziate le postazioni del bike sharing, con 222 biciclette in più.

Si è colta l’occasione per confermare che ci sarà un incremento delle piste ciclabili anche in centro città, con novità come il probabile divieto di transito in Via Prione per i ciclisti, che dovranno utilizzare invece una “corsia” di Corso Cavour per muoversi verso mare e il controviale di Viale Amendola per andare nella direzione opposta.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi