Ultimi Articoli

Geografia tra passione e impegno al Festival dall’8 al 10 aprile all’Auditorium dell’Ospitalia del Mare a Levanto

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LEVANTO – Confermato a Levanto il Festival delle Geografie che si terrà dall’8 al 10 aprile all’Auditorium dell’Ospitalia del Mare con la partecipazione delle associazioni nazionali di geografi, insegnanti e accademici.

Questa sesta edizione – anticipata da Laura Canale, presidente di Officine del Levante e organizzatrice del Festival – si presenterà, come si conviene, con alcune sorprese come la presentazione del numero zero della collana dedicata alla geografia del Pisa University Press, casa editrice dell’Università diretta da Claudia Napolitano. Al numero zero, che contiene le relazioni del Festival 2021, di 232 pagine, avrà come titolo “Dialoghi intorno alla geografia”. L’altra novità è la partecipazione di A.Ge.I., Associazione geografi italiani, e di AIIG, Associazione italiana insegnanti di geografia. Ciò haha consentito, come l’anno scorso, di essere sulla piattaforma SOFIA del ministero dell’università e della ricerca che permette ai docenti di avere i crediti formativi.

Ornella D’Alessio, giornalista di viaggi, con dottorato a Tor Vergata, farà una relazione su Orazio Antinori, soggetto della sua tesi di laurea, un esploratore-esempio di cooperazione allo sviluppo in un’epoca in cui si faceva invece colonialismo puro.
Al Festival parteciperanno anche Simone Bozzato, insegnante di geografia a Tor Vergata, che ha scritto il libro “Comunità, turismo e territorio”, e Fabio Pollice, Magnifico Rettore dell’università del Salento a Lecce, specialista di un turismo fondato sulle comunità dei territori.

Maria Elena Rossi, responsabile della promozione del marketing all’Enit, parlerà dell’Africa inquadrata nel contesto della geopolitica. In questo panel rientrerà Carlo Degli Abbati, un geopolitico che ha scritto diversi libri, tra gli ultimi uno sulla Libia, e un suo allievo, Federico D’Onelli, che ha scritto un libro su Africa e Turchia.
Con Emilio Casali di Generazione Bellezza saranno passati in rassegna esempi su come si può fare un buon turismo fondato sulle comunità e sul territorio.
La riflessione geopolitica sul continente Africa e sul Mediterraneo sarà anche arricchita da una cena geografica all’osteria Cantarana il sabato sera alle 20.30 con Chef Kumalé, gastronomade, già presente a Sapori Verticali.
La domenica pomeriggio all’Auditorium dell’Ospitalia del Mare ci sarà il concerto geografico con i Caledonian Companion che fanno musiche irlandesi e scozzesi.

Al mattino saranno proposte le escursioni per conoscere il territorio, in barca, a piedi o in bici con Rosa dei Venti di Marco Scaramuccia, Per il mare di Luigi Martinucci, Natura Teatro di Marta Mengucci e Ebikein di Matteo Scardovelli.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi