Giornata del mare 2023: si rinnova l’ accordo tra Capitaneria di porto, Ufficio scolastico provinciale e Lega navale italiana

Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Capitaneria di porto, Ufficio scolastico provinciale e Lega navale italiana hanno rinnovato l’accordo per la Giornata del Mare 2023 alla Spezia.

E’ accaduto oggi. L’Ufficio Scolastico della Spezia rappresentato dal Dirigente reggente Dott. Roberto Peccenini, la Capitaneria di porto Guardia Costiera della Spezia, nella persona del Comandante Capitano di Vascello Alessandro Ducci e la Lega Navale Italiana – Sezioni della Spezia e di Lerici, rappresentate rispettivamente dall’ Ammiraglio Claudio Morellato e dal Dott. Maurizio Moglia, hanno come detto rinnovato il proprio impegno a collaborare in modo sinergico per la realizzazione di iniziative dedicate alla celebrazione della “Giornata del Mare”, suggellando il proprio impegno con la firma di un nuovo accordo di programma.

Istituita dal Decreto Legislativo 3 novembre 2017, n. 229, la “Giornata del Mare”, ha come obiettivo, quello di sviluppare la cultura del mare, inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico, nelle giovani generazioni, coinvolgendo gli istituti scolastici di ogni ordine e grado. “La Giornata del mare 2023”, che si celebrerà alla Spezia il 14 aprile, sarà solo il culmine di un percorso la cui prima fase sarà finalizzata a dar vita ad attività strutturate di tipo didattico-educativo nelle scuole che consentano agli studenti di migliorare la propria consapevolezza ambientale, intesa come cultura del rispetto dell’ambiente marino nelle sue forme più ampie, anche attraverso la conoscenza dei 2 Ministero dell’Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria UFFICIO IV – AMBITO TERRITORIALE DELLA SPEZIA ruoli degli enti e delle istituzioni deputate alla gestione e tutela dell’habitat marino[1]costiero.

La firma dell’accordo di programma 2023 si è svolta nel ricordo della vice presidente della Lega Navale della Spezia, Roberta Talamoni, prematuramente scomparsa. Colonna portante dell’organizzazione della “Giornata del mare” e di molte attività del territorio legate alla valorizzazione della cultura del mare, la sua perdita lascia un vuoto incolmabile.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter