Ultimi Articoli

I sindacati Cgil accusano il sindaco Bucci di “ambiguità” sulle riparazioni navali: pronti alla mobilitazione

Tempo di lettura: < 1 minuto

Genova – “L’ambiguità del sindaco sul tema delle Riparazioni Navali che pubblicamente dice di essere contrario al trasferimento, mentre a porte chiuse dichiarerebbe il contrario, non giova a un comparto che, come tutti i siti produttivi, ha necessità di stabilità e di investimenti a consolidamento dell’attività.

Lo denunciano Fiom e Filt  che proseguono :”Le Riparazioni navali sono il comparto industriale del Porto di Genova e tale area deve rimanere ad uso esclusivo dell’attività produttiva. In questo contesto, va sottolineato come queste aree siano nella disponibilità dell’Autorità di sistema portuale e non in quella del Comune; anche per questo motivo è quantomeno curioso che, nonostante sia terminata la campagna elettorale, si continuino a svolgere riunioni di pochi su questioni che interessano molti, con l’unico risultato di creare solo confusione e destabilizzare il settore”.

Per questo Fiom e Filt Cgil si dicono pronte alla mobilitazione nel caso venissero confermate le voci che il sindaco Marco Bucci, nel corso di una riunione con alcuni imprenditori delle Riparazioni navali a Genova, avrebbe espresso la volontà di trasferire il comparto in altro luogo.

Per la Cgil nessuna ipotesi, reale o immaginaria di depauperamento o spostamento delle Riparazioni Navali dal Porto di Genova può essere ritenuta valida: occupazione e sviluppo economico della città e del suo Porto passano anche da qui. A difesa dell’occupazione e del sito produttivo la Cgil è pronta alla mobilitazione.

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi