Ultimi Articoli

I tredici progetti selezionati al “Sea innovation hub” per le idee innovative nell’economia del mare

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 6 minuti

Chiavari – Si è concluso al “Club dei partner day” il primo anno del progetto Nowtilus – Sea innovation hub, dedicato alle idee innovative nell’economia del mare. I tredici progetti selezionati hanno incontrato gli stakeholder e delineato le prospettive future.

di Enzo Millepiedi

Ricordate le selezioni, con quei giovani sorridenti ripresi sul balcone di Villa Marigola, in corsa per il  ‘Nowtilus – Sea Innovation Hub’, primo percorso in Liguria dedicato al sostegno dell’innovazione e delle tecnologie legate all’economia del mare?

Ebbene, il progetto nato all’interno del Comitato Territoriale Liguria, promosso da Crédit Agricole Italia per supportare la crescita del territorio rafforzando l’interazione con i principali stakeholder, ha concluso il suo primo anno.

I promotori dell’iniziativa sono Crédit Agricole Italia, Fondazione Carispezia, Wylab e Le Village by Crédit Agricole Milano per realizzare un ‘incubatore temporaneo’ che rappresenti il primo vivaio dell’innovazione, in grado di scoprire e formare i futuri talenti e di lanciare le idee più promettenti in Liguria.

A tutti gli effetti si voleva costruire un perfetto laboratorio naturale di sperimentazione per l’economia del mare.

E veniamo ai partner istituzionali che sono Regione Liguria, Comune della Spezia, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, Confindustria Liguria e Confindustria La Spezia; con il contributo del progetto strategico MA.R.E – azione pilota La Rete per il lavoro del Comune della Spezia.

Ed ecco infine gli abilitatori: DIH – Digital Innovation Hub Liguria, Ernest Young, Gesta, Leyton, Polo Universitario Guglielmo Marconi, Università degli Studi di Genova e Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Ed ecco che nella sede di Wylab, in via Davide Gagliardo 7 a Chiavari, si è svolto l’evento conclusivo del primo ciclo. E’ qui che le idee imprenditoriali selezionate hanno potuto incontrare i partner del progetto, esporre le proprie prospettive e provare ad avviare contatti per eventuali sinergie commerciali, avvio di progetti pilota o, chissà, una possibile acquisizione.

All’evento era presenti Sara Piana, Sviluppo Strategico del Tessuto Produttivo e dell’Economia Ligure per la Regione Liguria; Rosanna Ghirri, Sviluppo Strategico del Comune della Spezia; Olivier Guilhamon, Vice Direttore Generale di Crédit Agricole Italia; Andrea Riva, responsabile Area Capital Market & Open Innovation di Crédit Agricole Italia; Andrea Corradino, presidente della Fondazione Carispezia; Antonio Gozzi, presidente e amministratore delegato di Duferco Group; Tommaso Scotti, startup specialist per Le Village by Crédit Agricole Milano.

L’evento di Wylab era dedicato oltre che ai giovani, per la scoperta dichiarata di nuovi talsenti, anche alle otto aziende sostenitrici, che sono quelle che hanno formato il Club dei partner. Le aziende sono Euroguarco, San Lorenzo, Costa Crociere Foundation, Duferco, Laghezza Customs & Logistics, Canarbino, Tarros Group, Rina, che hanno avuto un importante ruolo nell’arco dell’intero percorso, indirizzando la call attraverso l’indicazione delle sfide di business più rilevanti, entrando in gioco nella fase di scouting e selezione dei progetti, partecipando con i propri mentor ed esperti al programma di incubazione, attivando progetti pilota con i team che hanno superato l’intenso business training previsto dal programma.

Tredici i progetti selezionati, di cui quattro provenienti dal programma di incubazione e nove nel gruppo dello Star program (quest’ultimo è un gruppo di startup in fase più avanzata selezionate proprio per le possibili affinità con il Club dei partner).

Programma di incubazioneBeInnH2elmImmersea LiguriaSmartElectricYacht.

Star programBTR Simulator CelestaCoverplastEcomateMypassNavimeteoOgyreSanitradeSmartLoc.

In occasione del “Club dei partner day” è stato presentato il bilancio del primo ciclo di Nowtilus – Sea Innovation Hub:

  • 75 progetti ricevuti dalla call for ideas, grazie al coinvolgimento di 40 realtà tra istituzioni, enti, associazioni di categoria e incubatori: 23% nella cantieristica, 15% nella logistica e shipping, 32% nella sostenibilità ed energie rinnovabili, 30% nel turismo. Il 68% dei progetti è arrivato dalla Liguria (Genova 35, La Spezia 14, Savona 2), il 29% dalle altre regioni italiane, il 3% dall’estero. Durante la call for ideas è stato svolto un roadshow presso 5 dipartimenti universitari e 9 corsi di laurea della Liguria, grazie al supporto di Promostudi La Spezia e dell’Università degli Studi di Genova, che ha coinvolto più di 150 studenti. È stata organizzata una conferenza stampa presso il Genova Blue District. Scouting attivo da parte di Wylab.
  • Selection Day: 13 i progetti selezionati, di cui 5 inseriti nel programma di incubazione.
  • Programma di incubazione: 12 settimane di percorso di formazione, 80 ore di business training, 15 ore di mentorship, 10 ore di testimonianza imprenditoriale.
  • Star program: 16 startup individuate, di cui 11 sono state selezionate e hanno ricevuto 22 ore di business training.
  • E veniamo ai commenti iniziando con il fondatore di Wylab Antonio Gozzi: che ha ringraziato Crédit Agricole e Fondazione Carispezia “per aver concepito insieme a noi questo importante progetto, quindi grazie anche a Regione Liguria, a Comune della Spezia e a tutti gli altri partner per aver dato il loro contributo. Noi chiavaresi siamo orgogliosi della nostra grande tradizione legata all’innovazione, che parte dai primi dell’Ottocento grazie ai francesi. Nel 1791, inoltre, la Società Economica di Chiavari, fondata dal marchese Stefano Rivarola, ha lanciato fondamentali iniziative nel campo della formazione, rappresentando un filo rosso che è arrivato sino a oggi. Noi come Wylab siamo arrivati nel 2016 e in cinque anni abbiamo esaminato più di 500 startup, incubandone 90, ne abbiamo finanziato 20, abbiamo raccolto 12 milioni di euro e abbiamo fatto open innovation grazie a contest come Chiavari Crea Impresa, Tigullio Crea Impresa, Liguria Crea Impresa e anche Nowtilus. Abbiamo cercato di agire sempre pensando all’innovazione e con enorme orgoglio siamo qui oggi a testimoniarlo”.

Olivier Guilhamon, Vice Direttore Generale di Crédit Agricole Italia:“Oggi abbiamo concluso il primo anno del Nowtilus, un percorso che ci ha permesso di accompagnare queste giovani e promettenti start up attraverso mesi di lavorazione e pianificazione, fino ad arrivare alla costruzione di idee imprenditoriali innovative e di qualità. Un’iniziativa nata all’interno del nostro Comitato Territoriale, che, grazie al forte coinvolgimento degli stakeholder e delle grandi aziende locali, testimonia la capacità di Crédit Agricole Italia di fare squadra per la crescita. Con il ‘Nowtilus – Sea Innovation Hub’ l’innovazione incontra le eccellenze locali, con la volontà di costruire sul territorio progetti nuovi, concreti e rivolti allo sviluppo sostenibile, un tema particolarmente importante per il nostro Gruppo”.

Per Andrea Corradino, presidente della Fondazione Carispezia:“Nowtilus – Sea Innovation Hub è la dimostrazione di una collaborazione importante sul territorio tra soggetti diversi: Fondazione, Crédit Agricole Italia, istituzioni – tra cui fin da subito Regione Liguria e Comune della Spezia – enti e aziende locali che hanno aderito con grande interesse. Iniziato in un momento difficile con obiettivi ambiziosi che si sono concretizzati già nel corso del primo anno sotto la guida esperta di Wylab, Nowtilus ha confermato le potenzialità del nostro territorio e la necessità di iniziative come queste capaci di sostenere i giovani imprenditori, su cui la Fondazione continuerà ad investire anche in futuro”.

Gabriella Scapicchio, Sindaco di Le Village by Crédit Agricole Milano, ha  aggiunto: “Si conclude un progetto importante che ha visto diverse realtà unite nello scopo di dare visibilità a un tema come quello dell’economia del mare, con la formazione di giovani aziende che rappresentano il futuro di questo settore. Auspicando che sia la prima edizione di un format ripetibile ed eventualmente modulabile su altre tematiche d’attualità”.

E veniamo ai protagonisti che avremmo dovuto inserire per primi come attori di questo progetto ma abbiamo scelto di disegnare prima la cornice nella quale si sono potuti muovere per capire meglio anche il senso delle loro realizzazioni e il senso del team senza il quale oggi è assai complicato riuscire.

LE STARTUP DEL PROGRAMMA DI INCUBAZIONE

BeInn: Sviluppo di un prototipo per la pulizia delle acque dagli idrocarburi, in particolare i porti e le città costiere.

H2elm: Fabbricazione di un sistema di propulsione innovativo, basato su una cella a combustibile ad ossidi solidi di nuova generazione concepita per il settore navale, alimentato da combustibili alternativi al diesel marino, in grado di azzerare l’emissione di gas inquinanti in atmosfera, adatto a diversi tipi di imbarcazione e integrabile con altre tecnologie rinnovabili.

Immersea Liguria: Sviluppo e produzione di contenuti digitali e prodotti innovativi per una fruizione immersiva a 360° dell’ambiente e dei fondali marini.

SmartElectricYacht: Produzione e vendita di imbarcazioni a basso impatto ambientale, adatte a qualsiasi utilizzo, dalla massima efficienza, caratterizzate da una carena idrodinamica, propulsione elettriche e manutenzione semi automatica.

LE STARTUP DELLO STAR PROGRAM

BTR Simulator : Progettazione e realizzazione di simulatori e sistemi di visualizzazione dedicati all’ottimizzazione delle operation, sicurezza e training, adatti per i settori siderurgico, portuale, Oil & Gas, aereoportuale e la manutenzione delle infrastrutture.

Celesta: Sviluppo di soluzioni IoT innovative, personalizzate e sostenibili, in grado di rivoluzionare la gestione logistica, il monitoraggio ambientale, la sicurezza sul lavoro e la gestione energetica di case e impianti industriali.

Coverplast: Produzione di vernici speciali e prodotti per la detergenza e trattamenti con nanotecnologie applicate, con applicazioni in molti settori tra cui l’automotive, il textile, il real estate, la nautica e le energie alternative.

Ecomate: Sviluppo di una ESG (Environmental, Social and Governance) cloud suite basata su algoritmi che include tutti i prodotti indispensabili per integrare la sostenibilità in qualsiasi azienda, e che guida l’utente con un linguaggio semplice, risposte in tempo reale ed un costo competitivo.

Mypass: Sviluppo di servizi basati su algoritmi di intelligenza artificiale per la facilitazione e ottimizzazione di esperienze turistiche, mediante l’eliminazione di code alle biglietterie fisiche, l’integrazione di servizi e l’efficienza dei processi. Sviluppo di una piattaforma di integrazione dei servizi presenti sul territorio, dalle attrazioni ai trasporti e ai parcheggi.

Navimeteo: Servizio di informazioni e monitoraggio meteo operativo 24/7 con copertura globale a supporto dell’industria marittima, rivolto alla sicurezza delle navi da crociera, degli yacht, delle operazioni nei porti e nei lavori marittimi costieri.

Ogyre: Piattaforma globale per la raccolta e il recupero della plastica dal mare realizzata attraverso un network di pescatori affiliati, con la missione di promuovere nuovi modelli di consumo e di business tra uomo e ambiente, grazie al cosiddetto “fishing for litter”. Realizzazione e vendita di prodotti “plastic-positive”, il cui ricavato sostiene il finanziamento dei pescherecci.

Sanitrade: Sistemi e applicazioni su misura per la raccolta e il trattamento delle acque reflue e dei rifiuti industriali e alimentari per l’industria nautica e civile.

SmartLoc: Smart Contract: contratto virtuale notarizzato e certificato con una soluzione basata su blockchain. Supply Chain Visibility: servizio di data analytics che integra le informazioni ricevute dai dispositivi IoT con altre fonti provenienti da porti, navi, camion, aerei e simili. Automated Payment Solution: servizio di controllo e gestione dei pagamenti.

 

Nella foto in alto la giornata conclusiva a Chiavari e in quella qui sopra i ragazzi che avevano partecipato alla selezione dei progetti a Villa Marigola

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi