Ultimi Articoli

Il Cardinale Angelo Bagnasco, i Crocifissi e lo spettacolo pirotecnico per la Festa del Mare di Levanto

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 3 minuti

LEVANTO In apertura della Festa di San Giacomo, giornata conclusiva della 52° Festa del Mare di Levanto, una moltitudine di fedeli aveva accolto il Cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo emerito di Genova, nell’Oratorio di San Giacomo Apostolo.

Con il Cardinale ha concelebrato la Santa Messa solenne Luigi Ernesto Palletti, Vescovo di La Spezia-Sarzana-Brugnato. La prima assoluta quella di un cardinale nell’Oratorio della Confraternita, organizzatrice della Festa unitamente al Gruppo Storico Borgo e Valle. Per sottolineare la straordinarietà di questa presenza, è stata messa a disposizione del presule il prezioso calice detto di Enrico XVIII.

Presente il Sindaco di Levanto Luca del Bello, con gli Assessori Giudice e Lavaggi, i Comandanti dei Carabinieri, della Capitaneria di Porto, della Polizia Locale. Presenti anche i carabinieri in Alta Uniforme della Stazione di Levanto.

Presenti numerosi delegati delle confraternite italiane: il Presidente della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia Rino Bisignano, in arrivo da Altamura, il Vice Presidente Valerio Odoardo, il Consigliere della Confederazione e consultore del Priorato di Genova Giovanni Calisi, il Consigliere della Confederazione e Priore Diocesano di Acqui Terme Massimo Calissano, il Priore Ligure e Priore Diocesano di Chiavari Andrea Gianelli, il Coordinatore della Confraternite della Lombardia Matteo Mancone, cerimoniere della solenne celebrazione, il Priore Diocesano di La Spezia Sarzana Brugnato Francesco Garibotti con l’emerito Luciano Currarino, il Presidente delle Confraternite dell’Arcidiocesi di Milano e vice coordinatore lombardo Patrizio Perini, il Vice Priore generale dell’Arcidiocesi di Genova Roberto Canepa, il Priore Diocesano di Vigevano Maurizio Previderè, il vice coordinatore della Liguria Orientrale Mario Mancone presente con il crocifisso della sua confraternita.

Ha accompagnano la funzione la Corale Don Bosco della Spezia, con la direzione di Mattia Mora.

Il Priore Confraternita di San Giacomo Apostolo Giovanni Gianelli ha consegnato al Cardinale Angelo Bagnasco e al Vescovo Luigi Ernesto Palletti, a nome di tutto il sodalizio, una riproduzione in argento della cappasanta, simbolo del Cammino di Santiago. Il Sindaco di Levanto Luca Del Bello ha consegnato agli illustri ospiti una raffigurazione della Madonna del Soccorso.

Alle 18 nell’Oratorio di San Giacomo, Solenni Vespri cantati da Don Alessio Batti, Amministratore Parrocchiale di Sant’Andrea, mentre già dalle 17.30 è cominciata l’accoglienza delle Confraternite con i caratteristici “Cristi”, tipici della tradizione ligure, presso piazza del Popolo.

Si ringraziano per la partecipazione le seguenti confraternite, ciascuna con il loro crocifisso, organizzate dal confratello Vittorio Mavisini: N.S. del Carmelo di Sestri Levante, S. Caterina V.M. di Sestri Levante, SS. Trinità di Lavagna, Immacolata Concezione di Moneglia, SS. Sacramento di Isola del Cantone, S. Bernardo di Serra Ricco Valleregia, S. Bernardino di Ceranesi, SS. Sacramento di Ponzano Superiore, SS. Nazario e Celso di Genova Multedo, S.M. Assunta di Genova Prà, S. Siro di Campomorone Langasco, Santa Chiara di Arenzano, Santa Croce del Montale di Levanto, Santa Caterina V.M. di Ceriale. Presenti altresì  rappresentanze della Confraternite del SS. Sudario di Torino, di S. Jacopo di Compostella di Perugia, della Misericordia di Pontremoli, della SS. Trinità di Legnaro, di San Giovanni Battista di Monterosso al Mare e della confraternita di Bracelli.

Alle 21 ha avuto inizio la Grande Processione delle Confraternite con i Maestosi Crocifissi orgoglio della tradizione ligure, preceduta dal Gruppo Storico Borgo e Valle di Levanto e accompagnata dal Corpo Musicale di Sesta Godano. La Reliquia di San Giacomo è stata portata in processione da Don Alessio Batti a precedere la Cassa processionale del Santo portata dai Marinai scalzi. Animazione religiosa affidata a Padre Dario Scopesi d. O. e a Don Mirko Mochi. Una folla di fedeli curiosi e turisti in un clima composto ha assistito all’incedere della processione sino allo Scoglio della “Pietra”, ove il Priore della Confraternita, Don Alessio Batti e i portatori della cassa sono saliti sull’imbarcazione per raggiungere il centro del Golfo, qui una corona di alloro è stata affidata alle acque per celebrare i Caduti e i Dispersi mentre il mare brillava di migliaia di lumini galleggianti.

Il suono struggente del silenzio fuori ordinanza ha preceduto l’inizio del Grandioso Spettacolo Pirotecnico sul mare, offerto dall’Amministrazione Comunale, che ha registrato un plauso unanime della folla che gremiva gli arenili e la passeggiata a mare. Epilogo, nell’Oratorio di San Giacomo, con la Compieta verso la mezzanotte.

———————————-

Un fiocco nero cingeva lo stendardo della Confraternita di San Giacomo Apostolo per manifestare il dolore di consorelle e confratelli per la scomparsa, proprio durante la Santa Messa in onore del Santo, del parroco emerito di Sant’Andrea e cappellano del sodalizio da 20 anni, Don Gianluigi Bagnasco, fervido sostenitore della Festa cui aveva sempre partecipato in questi anni di rientro a Levanto.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi