Ultimi Articoli

Il congelamento del Porto di Shanghai continua e le navi cargo bloccate sono più di 500

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: < 1 minuto

Shanghai – Non accenna ad attenuarsi la morsa che sta stringendo la metropoli di Shanghai, tenendo bloccati in casa 26 milioni di abitanti, e fermi produzione e commercio.

L’immagine del porto, che è non solo il più grande della Cina ma lo è anche del mondo, è la testimonianza plastica di un mondo che si è fermato. Le navi bloccate nella banchine dello scalo, lungo il fiume di accesso e nel mare davanti alla città continuano ad aumentare nella speranza che la tolleranza zero contro la pandemia sia revocata.

Le navi mercantili, i loro equipaggi e i loro carichi sono ormai un’enormità: più di cinquecento e vanno, dopo il raddoppio, verso il triplo di quelle (duecento) che erano rimaste bloccate nel primo periodo del fermo per Covid19.

Gli effetti sulla catena logistica si fanno sentire ma quelli che arriveranno dopo il via libera potrebbero essere ancora più pesanti per la catena logistica mondiale.

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi