Ultimi Articoli

Il giro del mondo in trenta righe: le novità dalla Cina, dal Sud Africa e dagli Stati Uniti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Iniziamo da oggi questa rubrica “Il giro del mondo in trenta righe” per riassumere le novità di prevalente interesse logistico e portuale e che comunque abbiano una relazione con la cultura e l’economia del mare nel segno di quel che “nessun luogo è lontano” di un’ottima trasmissione di Radio-24.

La Cina nella corsa per sviluppare navi  alimentate ad ammoniaca

Cina – La Cina nonostante la presa di distanza, sostituita da un accordo bilaterale poi con gli Stati Uniti, nel percorso per la de-carbonizzazione,  continua ad accelerare comunque nella ricerca delle fonti energetiche alternative come conferma il fatto che si unisce alla corsa per sviluppare navi alimentate ad ammoniaca.

Shenzhen sfiora 24 milioni di container  in 10 mesi

Cina – La movimentazione di container  ha raggiunto quota 23,788 milioni nel periodo gennaio-ottobre nel porto di Shenzhen, con un aumento del 10,7% su base annua. La produzione di container per il commercio estero è stata di 21,992 milioni di TEU, con un aumento dell’11,3%. In questo periodo il porto ha gestito navi di 62 rotte internazionali di linea portacontainer. 

Joint venture Moller-Maersk e Grindrod Intermodal

Sud Africa – A.P. Moller – Maersk rafforzerà l’offerta di logistica integrata in Sudafrica – Il Gruppo danese ha annunciato  l’intenzione di avviare una collaborazione con Grindrod.  Si tratta di una proposta di joint venture con cui le attività logistiche di Grindrod Intermodal e le attività del comparto container di Ocean Africa Container Lines (OACL) andranno ad integrare le capacità di Maersk-container, consentendo al gruppo danese di rafforzare la gamma di soluzioni end-to-end di logistica integrata in Sudafrica. Jonathan Horn, ad per l’area Sud Africa e Isole ha dichiarato:  “Con Grindrod avremo una capacità di gran lunga superiore per l’integrazione di soluzioni terra-mare, intrecciando nella nostra organizzazione la capacità e l’esperienza di Grindrod che gode di una solida reputazione nella logistico di terra. I clienti che cercano soluzioni end-to-end in Sud Africa continueranno a lavorare con Maersk, tuttavia dopo il closing la maggior parte dell’operazioni di terra sarà effettuata dalla nuova joint venture.

Il porto di Long Beach è uno dei più green d’America

Stati Uniti – Il porto di Long Beach ha inaugurato il nuovo Container Terminal a Middle Harbour, una delle strutture di carico tecnologicamente più avanzate al mondo. A zero emissioni, LBCT a Middle Harbour è progettato per rafforzare la competitività, migliorare il flusso di merci e migliorare notevolmente la qualità dell’aria in un’era di crescita significativa nel secondo porto più trafficato della nazione. “Siamo orgogliosi di avere uno dei porti più green d’America”, ha affermato il sindaco di Long Beach Robert Garcia. “Il completamento di questo nuovo terminal è una testimonianza del continuo impegno della nostra città per la sostenibilità e la tecnologia verde”.  E Mario Cordero, direttore esecutivo dello scalo spiega: “Come primo mega terminal al mondo completamente elettrico e a emissioni zero, LBCT è un modello per spostare le merci in modo sostenibile mantenendo il porto competitivo e supportando lavori vitali”.

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi