Ultimi Articoli

Il Palio del Golfo raccontato attraverso la storia delle borgate: Fezzano 

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

Fezzano – Proseguiamo l’appuntamento con la rubrica che narra la storia di ogni borgata del Palio del Golfo. 

Appuntamento numero 3, lo stesso che campeggia sul fianco dello scafo verde dei Fezzanotti. Infatti, dopo aver raccontato la storia delle borgate di Portovenere e Le Grazie, questa è la volta degli “squali” del Fezzano. 

Borgata legata indissolubilmente al Palio, dalle origini fino ai giorni nostri, è senza dubbio una delle tre borgate – assieme a Cadimare e Canaletto – che hanno saputo mantenere di più la continuità durante tutti questi anni. La prima vittoria arriva infatti già nel 1934, quando l’equipaggio della storica “Alma” riesce ad avere la meglio sulle sfidanti e aggiudicarsi il primo gonfalone. 

La gloria della borgata dopo il primo successo arriverà prepotentemente tra la fine degli anni 50 e l’inizio degli anni 60. Dopo i due secondi posti nel 1958 e 1959, arrivano infatti i successi nel 19601961 e nel 1963 inframmezzati da una medaglia di bronzo nel 1962. 

Gli anni seguenti furono ugualmente indimenticabili anche se non vincenti. Nel Palio, si sa, sono ricordati soltanto i vincitori ma l’armo fezzanotto inanellò una serie di risultati di tutto rispetto e rilievo: salì sul secondo gradino del podio nel 1964, 1965, 1967 e 1969 e 1970. 

Il ritorno nell’olimpo avvenne nello strepitoso e schiacciante Palio del 1983 in cui si dava per favorito il Canaletto. Gli squali infatti conclusero i 2000 metri in 11 minuti, 37 secondi e 4 decimi infliggendo ben 11 secondi di ritardo al Cadimare. Ancora secondi posti nel 1984 e 1986 e un terzo posto nel 1985. Nel 1986 e 1987 arrivarono le importanti vittorie nella categoria juniores mentre nel 96 arriva anche il primo successo per quanto riguarda la squadra femminile. 

Il digiuno di vittorie viene finalmente interrotto nel 1997 grazie ad un tempo record: 11 minuti, 12 secondi e 5 decimi.  

Gli anni 2000 si aprono con la vittoria dell’equipaggio degli junior, che in quell’edizione conquistano la terza vittoria di categoria. Nel 2004 invece è il turno di una magica doppietta, nella stessa domenica trionfano infatti sia i seniores che gli juniores, riuscendo quindi a inframezzare almeno per un anno il dominio del Marola degli anni 2000. Nel 2005 seguirà poi un ottimo secondo posto. Il 2007 è ancora la volta delle ragazze, che così facendo riescono a portare a casa la seconda vittoria di categoria. 

Per la conquista del gonfalone più ambito bisogna aspettare il 2015, ben 11 anni dopo l’ultimo trionfo, una stagione dominata con la vittoria nella maggior parte delle prepalio e soprattutto con quella della prima domenica di agosto. Il 2018 è (finora) l’ultimo anno nel quale la Morin si è colorata di verde.  

Adesso, come ogni anno, tutti i tifosi e abitanti del paese fremono per poter tornare al molo della Spezia dopo che le ultime due edizioni (non disputato nel 2020 e con capienza ridotta nel 2021) non sono state come da tradizione. L’amore e il rispetto nei confronti della borgata e del Palio stesso sono gli stessi che si tramandano da generazioni, perciò se le istituzioni lo consentiranno, il prossimo 7 agosto la Passeggiata Morin tornerà ad essere luogo di passione e amore verso i beniamini che gareggiano per il proprio paese, inclusi naturalmente i verdi del Fezzano. 

STORICO VITTORIE 

Equipaggio senior: 9 vittorie 

Equipaggio junior: 4 vittorie 

Equipaggio femminile: 2 vittorie 

Gianmarco Salis 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi