Ultimi Articoli

Il ritorno di Iveco in Italia, il via ai nuovi lavori della galleria del Brennero, nominato il nuovo segretario ad Ancona

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

L’ad Gerrit Marx annuncia: Iveco lascia la Russia e torna a produrre in Italia

Torino – Iveco Group lascia la joint venture in Russia per l’assemblaggio di camion e trasferisce la sua quota (33 per cento) al partner locale Amt. L’annuncio, legato all’invasione dell’Ucraina, è venuto dall’amministratore delegato Gerrit Marx (nella foto) in occasione dei Beyond-Iveco Group Days, alla settimana di eventi alle Ogr di Torino, organizzata per fare il punto sulle strategie del gruppo con istituzioni, partner, aziende del settore.
L’innovazione è al centro dei piani della società che da poco ha annunciato la decisione di tornare a produrre autobus in Italia. Il brand Iveco Bus collaborerà con Htwo, marchio commerciale di Hyundai Motor Group, per equipaggiare i suoi futuri autobus europei alimentati a idrogeno con sistemi di celle a combustibile. La stessa Iveco Bus ha firmato con Via, società di infrastrutture e digitali per la mobilità pubblica partecipata da Exor, un memorandum per esplorare collaborazioni future nello sviluppo di soluzioni di trasporto pubblico su misura e on-demand e servizi digitali associati per gli autobus.
Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, in collegamento streaming, plaude alla decisione di Iveco di tornare a produrre in Italia. Apprezzano anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, e i segretari dei sindacati metalmeccanici. Già nel 2022  Iveco ha investito circa 450 milioni di euro in ricerca e sviluppo in Italia.

Partiti i lavori di scavo su una delle sezioni più grandi della Galleria del Brennero

Brennero – Sono partiti i lavori di scavo sul Lotto Gola del Sill-Pfons, una delle sezioni più grandi della Galleria di Base del Brennero che, una volta completato, sarà il tunnel ferroviario più lungo al mondo, con i suoi 64km. La linea ferroviaria che collegherà l’Italia e l’Austria, sotto le Alpi, è parte delCorridoio Scandinavo-Mediterraneo della Rete trans-europea di trasporto TEN-T. Il progetto è commissionato da BBT società per azioni europea responsabile del progetto. Il lotto è realizzato da Webuil e dalla sua controllata svizzera CSC Costruzioni in joint venture con il partner Implenia. Alla cerimonia nel cantiere austriaco nella regione Ahrental hanno partecipato il ministro federale austriaco Leonore Gewessler e Pat Cox, European Coordinator per il Corridoio Scandinavo-Mediterraneo della Rete TEN-T.
Per la realizzazione particolare attenzione è stata riservata agli aspetti della sostenibilità. La logistica dei cantieri è studiata per ridurre i tempi di viaggio per il trasporto dei materiali; verranno messe in atto diverse misure per ridurre l’inquinamento acustico e le polveri prodotte dai veicoli; sono previsti sistemi di trattamento dell’acqua impiegata per la costruzione, prima che venga restituita all’ambiente. Il lotto Gola del Sill-Pfons, che impiegherà fino a 400 lavoratori diretti e oltre 1.000 dipendenti di terzi, prevede la costruzione della ferrovia ad alta velocità da Gola del Sill, nei pressi di Innsbruck, a nord, fino alla città di Pfons, più a sud.

Salvatore Minervino segretario generale dell’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico centrale

Ancona – Il capitano di vascello Salvatore Minervino è il nuovo segretario generale dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale: è stato nominato all’unanimità dal comitato di gestione su proposta del presidente dell’Autorità, Vincenzo Garofalo.

Minervino, 60 anni, nato a Napoli, è l’attuale direttore marittimo dell’Abruzzo; ha ricoperto diversi i ruoli per il Comando generale delle Capitanerie nei porti di Castellamare di Stabia, Agropoli, Gallipoli, Pescara e Ministero della Difesa, al Comando generale delle Capitanerie di porto, Capo compartimento marittimo e Comandante del porto di Brindisi, Comandante in seconda della Direzione marittima del Lazio e poi, dal giugno 2020, alla guida della Direzione marittima dell’Abruzzo, Molise e delle Isole Tremiti e Comandante del porto di Pescara.

 

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi