Ultimi Articoli

Inaugurato sulle colline della Spezia un nuovo tratto del Parco delle Mura con vista mozzafiato sul Golfo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 3 minuti

LA SPEZIA – Il percorso che si è aperto oggi, da Porta Isolabella a Porta Castellazzo, è la continuazione di quello già inaugurato a ottobre e riqualificato nell’ambito dei lavori del “Parco delle mura”.

L’intervento fa parte di un più ampio progetto “La Spezia Forte” messo in campo dall’Amministrazione Peracchini con le risorse di Regione Liguria volto al recupero delle mura storiche, di riscoperta e riqualificazione delle testimonianze architettoniche della storia Spezzina pre e post arsenale della Marina Militare.

In questo progetto sono compresi il Parco delle Mura, il Parco della Rimembranza, un Museo dedicato alla Guerra Fredda, il restauro dell’ex convento delle Clarisse, il recupero della Galleria Antiaerea Quintino Sella, ciascuno identificato con un brand specifico e del posizionamento e installazione di pannelli storici esplicativi in italiano e in inglese completi di informazioni e Qr code.

Il Parco delle Mura è un luogo, immerso nella natura, in cui gli spezzini e i turisti possono fare un tuffo nel passato della nostra Città, ammirare il panorama mozzafiato con scorci inediti e trascorrere anche una serata indimenticabile con le mura illuminate.

 “Continua il percorso del Parco delle Mura che in pochi mesi dall’inaugurazione ha conquistato i cuori di tutti gli spezzini e dei turisti – ha commentato il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – non abbiamo soltanto valorizzato un’importante porzione del nostro territorio che fino ad oggi era sconosciuta e impenetrabile, ma abbiamo donato un’altra parte della Città immersa nella storia e nella natura. Il Parco non è solo occasione di passeggiate e punti ristoro all’aperto, ma anche possibilità di andare alla riscoperta della nostra storia e della nostra identità. Nei prossimi mesi andremo a completare il progetto La Spezia Forte, sul quale crediamo particolarmente per le ricadute turistiche, economiche e culturali che avrà su tutto il territorio.”

 “Il Parco delle Mura della Spezia è un progetto che porterà enorme valore aggiunto alla città, perché riunisce in sé più finalità: recupera un antico manufatto storico, riqualifica un’area restituendola alla fruizione dei cittadini e offre ai turisti un ulteriore spunto per visitare la città – ha commentato l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone – È per questi motivi che abbiamo contribuito al suo finanziamento, tramite il Fondo Strategico Regionale, perché iniziative come questa si sposano con l’idea di sviluppo della Liguria.”

“Un altro importante passo verso il percorso del Parco delle Mura, apprezzato in questi mesi da tanti cittadini nella parte iniziale, che potranno godere oggi di una ulteriore tratta. Ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Piaggi. I lavori proseguiranno poi con la pulizia del percorso scendendo verso piazzale Ferro, da qui si attraverserà il Parco della Rimembranza, i cui lavori sono in via di conclusione e si inserirà nel Parco Navarrini. Si è creato un percorso con importanti connotazioni storiche culturali ed escursionistiche ad un passo dalla città, riscoprendone angoli bellissimi.”

 Il progetto di “Riqualificazione e recupero delle mura ottocentesche della Spezia”, ha compreso e interessato tutti quei lavori necessari al recupero ed alla valorizzazione delle mura ottocentesche della Spezia per rendere fruibile il percorso ad esse parallelo che, insieme al manufatto storico esistente relativo alla cosiddetta cinta di sicurezza, viene organicamente inserito in un compendio che si sviluppa per circa 4 km e che viene denominato “Parco delle mura”. Tale parco si estende sull’area collinare della Spezia, abbracciandone il nucleo storico di espansione ottocentesca in un arco, pressoché continuo, in direzione est-ovest a partire dall’area alle spalle della Cattedrale fino alla Collina di Gaggiola ad ovest comprendendo esclusivamente le aree relative ai percorsi posti all’esterno e sopra le mura.

Il completamento dell’ultimo tratto di percorso da Porta Isolabella sino a Porta Castellazzo è stato ora ultimato, con il rifacimento delle copertine murarie ammalorate, la realizzazione di tutti i sotto servizi propedeutici al sistema di illuminazione e videosorveglianza già attivi, la realizzazione del percorso pedonale con gli arredi e le aree di sosta. Lavori non facili poiché nel tratto di percorso interessato dalle lavorazioni l’amministrazione comunale ha dovuto procedere, alla rimozione di rifiuti speciali sia interrati che superficiali lungo il percorso, gestire due ritrovamenti archeologici durante gli scavi e a realizzare opere di ingegneria naturalistica per contenere scarpate e pendii.  Lungo il percorso poi sono stati installati elementi di arredo urbano quali tavoli, cestini, bacheche e aree dove sarà possibile fare pic-nic.

Infine è stato realizzato un sistema di video sorveglianza per garantire la massima sicurezza e anche scoraggiare fenomeni di abbandono rifiuti e un impianto di illuminazione che garantirà da un lato la fruizione del sito anche di sera e dall’altro consentirà una vista molto suggestiva delle mura in orario serale dalla città.

 I lavori sono stati finanziati con fondi regionali e risorse comunale per un totale dell’appalto di 1.500.000 euro

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi