Ultimi Articoli

La partecipazione dei ragazzi del Cisita della Spezia alla rete nazionale delle 80 scuole per la pace

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Un momento di condivisione e un importante segnale dell’impegno delle scuole per la pace.

Questa in estrema sintesi l’esperienza di partecipazione della classe Prima operatore del legno/servizi d’impresa del Cisita della Spezia alla “Assemblea grande delle scuole per la cura”, tenutasi questa mattina in diretta online sulle piattaforme principali.

Più di 80 scuole collegate, con una selezione a rappresentare le Regioni d’Italia per presentare i propri lavori riguardo al progetto “Io ho cura”, promosso dalla rete nazionale delle Scuole per la pace. Un modo, come dice uno degli slogan, di essere “protagonisti e non spettatori”, con attività concrete che danno un segnale significativo del ruolo essenziale della scuola, ancora di più in questi tempi difficili.

Un’esperienza bellissima, non mi era mai capitato di partecipare a un evento con così tante persone e con così tanti studenti come me” afferma Giovanni Ingrassia, della prima operatore del legno, che aggiunge: ”Mi ha fatto piacere anche aver visto l’impegno dei bambini della scuola primarie, i cui contributi hanno dato un senso ancora più grande alla necessità di pace”

Felice della partecipazione e molto coinvolta anche Souhaila Rafai, molto colpita dagli approfondimenti delle altre scuole, “Che mi hanno fatto scoprire risvolti nuovi e mi hanno anche dato ispirazione per quello che dev’essere l’impegno di noi ragazzi”.

L’intervento del CISITA ha riguardato tutti i progetti di cittadinanza, declinati per ogni classe; ma è stato dedicato un momento anche al giorno del varo del gozzo Nazario Sauro, ripristinato dai ragazzi della seconda operatore del legno, quando Danylo Kravchenko, allievo proveniente dall’Ucraina, ha posto la bandiera della Pace nell’imbarcazione, un gesto simbolico che esemplifica il concetto di cura delle relazioni, del lavoro e della tutela della pace.

Un legame, quello tra Cisita e Scuole di Pace che dura da tantissimo tempo, con collaborazioni costanti e partecipazioni ai meeting e alla marcia della Pace. Una prospettiva che, emergenza sanitaria permettendo, avrà un nuovo appuntamento a fine ottobre, questa volta a Città del Vaticano.

Questi nomi dei partecipanti: Andrea Mazzola, Kevin Blandi, Disla Jefferson, Galvez Nunes Nelvin, Cristiano Giannella, Giovanni Ingrassia, Francesco Pedrazzi, Paolo Rizzo, Ruben Trevisan, Abdullah Umar, Gabriele Dievis Veneruso, Luca Vittori, Elisa Boggia, Elisa Romeo, Federica Sorrentino, Souhaila Rafai, Abir Khalasi, accompagnati dal docente Filippo Conte.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi