La Spezia & Carrara Cruise Terminal al Cruise Day di Risposte Turismo a Taranto

Tempo di lettura: 2 minuti

Taranto – Si aprirà domani venerdì 27 ottobre l’11° Italian Cruise Day, forum crocieristico di Risposte Turismo, società di ricerca e consulenza per la macro industria turistica.

Organizzato in partnership con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio e il Comune di Taranto, il forum sarà occasione di dibattito, incontri e business network per tour operator e agenti di viaggio, compagnie armatoriali, agenti marittimi, rappresentanti delle realtà portuali per approfondire le ultime tendenze, le dinamiche, i processi produttivi e le prospettive future.

“Siamo molto contenti e soddisfatti di realizzare in Puglia, e segnatamente a Taranto, l’undicesima edizione di quella che è senza dubbio la principale manifestazione sulla crocieristica in Italia – ha affermato Francesco di Cesare, Presidente Risposte Turismo – Un appuntamento molto apprezzato dagli operatori e che, anno dopo anno, si è saputo rinnovare pur mantenendo la formula iniziale che unisce contenuti informativi, discussioni aperte e lunghi momenti di networking”.

“Taranto ha fatto stabilmente ingresso nella geografia della crocieristica mediterranea – ha poi dichiarato Sergio Prete, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio – Negli ultimi anni il porto di Taranto è arrivato a conseguire risultati senza precedenti fidelizzando sempre più cruise lines, grazie alla puntuale strategia portata avanti in sinergia con tutto l’ecosistema del settore. La consacrazione a meta di eccellenza è avvenuta nel 2022 quando il porto di Taranto ha conquistato il titolo di Destination of the Year nell’ambito dei Seatrade Cruise Awards”.

Il programma di Italian Cruise Day prevede 10 momenti tra tavole rotonde, interviste e iniziative collaterali cui parteciperanno 30 relatori da tutta Italia.

E sarà presentata la nuova edizione di Italian Cruise Watch 2023, il rapporto di ricerca che raccoglie i dati più aggiornati e rilevanti sul comparto crocieristico in Italia e le previsioni per l’anno a venire. Secondo il quale – come già più volte anticipato – il valore complessivo degli investimenti portuali sulla crocieristica in Italia nel triennio 2024-2026 ammonterà a 1,6 miliardi, di cui il 32,6% per i nuovi terminal crocieristici ( 530 milioni), il 26,7% per la predisposizione degli scali ai rifornimenti alternativi e agli approvvigionamenti energetici in banchina (430 milioni) e oltre il 20% a infrastrutture a servizio della crocieristica (330 milioni). E in particolare 15 milioni si aggiungeranno ai 20 milioni già stanziati nel triennio in chiusura per l’installazione di un impianto per l’approvvigionamento elettrico a terra e carburanti alternativi (LNG) per le navi da crociera.

Quanto al traffico passeggeri l’Italia raggiungerà a fine 2023 il record storico di 12,9 milioni di passeggeri movimentati e inoltre, porterà 8 porti nella classifica dei 20 principali scali mediterranei per la crocieristica.

Le aziende che hanno già confermato la partecipazione a Taranto sono Artemis Group, CEMAR, Costa Crociere, Crociere Più, Dolphins – Shipping & forwarding agency, Global Ports Holding, ISS – International Shore Services, Matera Collection, Molo Sant’Eligio, MSC Crociere, Salerno Cruises, Spezia & Carrara Cruise Terminal, Tao Ticket, Taranto Cruise Port, Zampino Viaggi e Risposte Turismo.

 

Condividi :

Altri Articoli :

Manda un messaggio