Ultimi Articoli

L’accordo a Bruxelles sul gas fa tirare un sospiro a imprese e famiglie. Draghi: “E’ andata bene”

Tempo di lettura: 2 minuti

Bruxelles – Mario Draghi, lasciando Bruxelles, ha commentato con tre parole – “E’ andata bene” l’accordo raggiunto sul gas dopo dodici ore di trattative e ora sul futuro prossimo energetico dell’ Italia (che paga costi energetici superiori agli altri Paesi) si può tirare un sospiro.

Con l’accordo dunque il mercato dell’energia cambia fisionomia: sono previsti acquisti comuni del gas, price cap e, forse, un nuovo Sure. Anche il bavaglio alla speculazione comincia a farsi sentire con il prezzo del gas che continua a scendere.

Certo, la cura dovrà avvenire come sono state definite a dosi controllate per salvaguardare l’unità dell’Unione europea e le istanze in ordine sparso dei ventisette Paesi.

In pratica la Commissione ha da ora il mandato per costruire una piattaforma aggregata e negoziare gli acquisti di gas. Ogni Paese sarà libero di aderire ma nella misura del 15% del volume totale degli stoccaggi in Europa l’adesione sarà obbligatoria.

La Commissione europea potrà via via decidere, anche se con il limite temporaneo, sul price cap alla borsa del gas ( Ttf) di Amsterdam senza mettere a rischio le forniture.

I primi commenti parlano dell’adozione del modello iberico,  sostenuto dalla Francia ma  non dalla Germania –  per “preservare la competitività globale dell’Europa per mantenere il level playing field e l’integrità del mercato unico”.

 

Grafico del prezzo del gas sull’ottovolante con le variazioni da giugno a ottobre, i picchi abnormi tra agosto e settembre e il rientro ieri sotto i 127 con una lieve ripresa di oggi

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi