Ultimi Articoli

Le celebrazioni alla Spezia per la Festa della Repubblica iniziate con l’alzabandiera alla Porta dell’Arsenale

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Le celebrazioni per la Festa della Repubblica si sono svolte alla Spezia alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose.

Alle cerimonie cittadine hanno partecipato il Prefetto Maria Luisa Inversini,il Presidente del Consiglio regionale della Liguria Gianmarco Medusei, il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, il Comandante Marittimo Nord, Ammiraglio di Divisione Pierpaolo Ribuffo e il Vescovo diocesano Monsignor Luigi Ernesto Palletti.

Dopo la deposizione delle corone al Piazzale del Marinaio e l’alzabandiera solenne davanti alla Porta Principale dell’Arsenale Militare, il corteo, con i gonfaloni dei Comuni, è arrivato sino in Piazza Europa.

Queste le parole del Prefetto Maria Luisa Inversini: “Oggi più che mai è importante ribadire i valori della nostra Repubblica, ovvero la libertà, la democrazia e l’uguaglianza sostanziale in questa piazza che rappresenta il cuore di Spezia”.

E’ stato poi letto il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e sono stati consegnati i riconoscimenti di Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

“Il 2 giugno è la festa di tutti gli italiani, un giorno in cui sotto il cielo del tricolore e della nostra Costituzione, ricordiamo i valori che determinano il nostro DNA di italiani – ha dichiarato il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – Il 2 giugno 1946 è iniziata la storia della nostra Repubblica grazie a un voto di grande forza popolare, il primo a cui parteciparono anche le donne, e che segnò un cambio di passo rispetto al passato. Oggi mi sono tornate in mente le parole di don Luigi Sturzo che credo ben incarnino lo spirito di questa giornata: La Costituzione è il fondamento della Repubblica. Se cade dal cuore del popolo, se non è rispettata dalle autorità pubbliche, se non è difesa dal Governo e dal Parlamento, se è manomessa dai partiti verrà a mancare il terreno sodo sul quale sono fabbricate le nostre istituzioni e ancorate le nostre libertà. Viva il 2 giugno, viva la Costituzione, viva l’Italia!”.

Le celebrazioni sono proseguite in serata con l’esibizione della Fanfara di Presidio del Comando Marittimo Nord in Piazzetta del Bastione prima della cerimonia, alla Porta Principale dell’Arsenale Militare dell’Ammainabandiera.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi