Ultimi Articoli

“L’Emilia-Romagna ha inserito il raddoppio della Pontremolese nel Pnrr, perché la Toscana non lo ha fatto?”

Tempo di lettura: < 1 minuto

MASSA CARRARA – L’Emilia-Romagna ha inserito il progetto nel Pnrr con uno stanziamento per realizzare il  raddoppio della Pontremolese nel tratto Parma-Vicofertile, perché non ha fatto altrettanto la Regione Toscana?

A rilevarlo con annessa domanda girata al presidente Eugenio Giani è stato da Massa Carrara il coordinatore comunale di Rifondazione Comunista Piero Marchini che annota:  “La Pontremolese faceva parte del piano generale dei trasporti fin dagli anni 80 ed era un progetto che contemplava il collegamento ferroviario con i porti di Marina di Carrara, Livorno e La Spezia e con le autostrade del mare. Era un piano di sviluppo lungimirante capace di eliminare camion e traffico pesante. Le ferrovie entrano direttamente in porto snellendo il traffico pesante delle città. Un beneficio per lo sviluppo dei traffici di merci e per il turismo sia della costa che della Lunigiana”.

La conclusione è un appello a Giani: “Presidente abbandoni la sua visione centralista che mette Firenze e il suo hinterland nel fulcro della sua politica e cerchi di essere più attento alle aree di periferia della Toscana perché anche noi ci sentiamo toscani”.

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi