Ultimi Articoli

Lerici ha “ringraziato” con una statua Dante Alighieri che dal suo porto era partito per il viaggio verso la Costa Azzurra e Parigi e che ha scolpito nei versi del Purgatorio

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LERICI – La statua marmorea di Dante Alighieri campeggia ora anche nei giardini di Lerici da dove si domina il Golfo dei Poeti e il porto che, si ipotizza, il Sommo Poeta sia arrivato da Sestri Levante nel suo viaggio verso la Lunigiana e da dove sia ripartito per il suo viaggio verso le coste francesi nel suo viaggio a Parigi.

Agli sgoccioli del settecentenario dalla morte di Dante, anche Lerici lo ha voluto onorare ricambiando la traccia “scolpita” in versi nel Purgatorio III, 49  e nella lapide che la riproduce e che è stata posta a Bellavista (“Tra Lerice e Turbìa la più diserta, / la più rotta ruina è una scala, / verso di quella, agevole e aperta”) con la quale indica appunto Lerici come la porta della Liguria, ricca di dirupi a sottolineare l’inaccessibilità della fascia di roccia che cinge in basso il Purgatorio.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco Leonardo Paoletti; Richard Galy, sindaco di Mougines (Comune gemellato) e presidente della Commissione cultura della Région Sud (Provenza-Alpi-Costa Azzurra); lo scultore Giuseppe Silvestri, l’imprenditore Attilio Bencaster dell’impresa Demetra, che ha messo a disposizione il blocco marmoreo, gli ex sindaci lericini Giorgio Tedoldi, Emanuele Fresco e Marco Caluri, che hanno curato il gemellaggio con Mougins; Alberto Stefano Giovannetti, sindaco di Pietrasanta, Comune che con Lerici e Mougins sta imbastendo una triangolazione di stampo culturale; fisicamente bloccato Oltralpe ma idealmente presente il sindaco de La Turbie (la Turbia dantesca) Jean-Jacques Raffaele. L’evento si è concluso con le letture dantesche di Roberto Alinghieri e le  illustrazioni del professor Francesco De Nicola. “Con la consigliera alla Cultura, Lisa Saisi – ha annunciato il sindaco Paoletti – abbiamo deciso che ogni estate organizzeremo una lettura di Dante qui, di fronte a questa statua, per far conoscere ciò che di più bello al mondo c’è in letteratura”.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi