Ultimi Articoli

Levanto impaziente di vedere la schiusa delle uova di tartaruga depositate nella spiaggia super protetta

Tempo di lettura: 2 minuti

LEVANTO – E’ prevista per la fine di agosto la schiusa delle uova che la tartaruga Caretta caretta ha deposto lo scorso 15 luglio sulla spiaggia della Pietra, a Levanto.

Sono le uova gelosamente custodite e sorvegliate giorno e notte in attesa appunto della schiusa da quando un agente della società di vigilanza della Lince era intervenuto recintando l’area e avvertendo del fatto straordinario chi di competenza.

L’area è stata recintata a Levanto luogo di seconda nidificazione di tartaruga marina Carretta Carretta in Liguria avvenuta, segnalata e a accertata lo scorso settembre a Finale Ligure.

Tanti gli enti e le istituzioni che si sono mobilitati per la gestione e la tutela del nido ci sono l’Acquario di Genova, Arpal, l’Associazione Life on the sea onlus, i Carabinieri, il Comune di Levanto, la Guardia costiera, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Val d’Aosta, il Parco Nazionale delle Cinque Terre e l’ Università di Genova.

La specie Caretta Caretta, tipica delle regioni temperate, nidifica nella stagione estiva. La femmina raggiunge la maturità sessuale tra i 15 e i 25 anni e si avvicina alla costa solo per deporre le uova che, deposte nei primi mesi estivi, schiudono dopo circa 40-60 gg a seconda della temperatura; i piccoli al momento della nascita misurano circa 5 centimetri e pesano in media 10-20 grammi. Le schiuse avvengono di notte ma può capitare che le piccole tartarughe facciano capolino da sotto la sabbia anche di giorno.

Le tartarughe marine in genere depongono le uova nella spiaggia dove sono nate, ma stanno ampliando e modificando i loro areali di nidificazione. A partire dal 2013 infatti sulle coste toscane è stata segnalata e monitorata la schiusa di diversi nidi, in una costa che in precedenza non era mai stata oggetto di questi eventi. I motivi sono legati al riscaldamento climatico e all’attività di protezione nel confronti di questi rettili che può aver determinato un aumento della popolazione.

Si è svolto intanto un sondaggio promosso dal Comune di Levanto tra i bambini fino ai 12 anni per dare il nome alla nascitura.  I votanti sono stati 293 che anno deposto le loro preferenze depositando le schede in otto urne installate negli stabilimenti balneari. Il nome “Alice” ha raccolto 19 consensi, superando “Pietra” 13 e “Marina” 8.

Il nome sarà inserito nel logo realizzato dagli studenti dell’ Ipsia Leonardo Da Vinci di Finale Ligure e concesso al Comune di Levanto per un utilizzo personalizzato.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi