Ultimi Articoli

L’on. Lella Paita a sorpresa a Livorno: “Ci sono 4 miliardi per la Pontremolese”

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: < 1 minuto

Anticipata la progettazione della galleria di valico nel 2021 e liberati nel bilancio delle Ferrovie 4 miliardi che potrebbero bastare per terminare i lavori del raddoppio della  Pontremolese

Al convegno sul lavoro portuale che si è tenuto al Palazzo portuale di Livorno, organizzato dalla Lega Coop, l’onorevole Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti della Camera rintuzzando la diffidenza labronica verso il raddoppio della linea ferroviaria Pontremolese non solo ha ribadito che si tratta di un’opera fondamentale per i Porti della Spezia, di Livorno e di Marina di Carrara ma ha anche annunciato, a sorpresa, che ci sono 4 miliardi liberi nel bilancio delle Ferrovie che potrebbero essere destinati proprio alla galleria di Valico per la quale è iniziato l’iter per il nuovo progetto.

Queste le parole dell’onorevole Raffaella Paita: “Vi do una notizia della quale neppure Mario Sommariva» (il presidente dell’ADSP  dei Porti della Spezia e di Marina di Carrara che era presente al tavolo dei relatori) è ancora al corrente: dopo avere inserito la Pontremolese nei commissariamenti, siamo riusciti a far finanziare il progetto della galleria di Valico dentro il Contratto di Programma RFI 2021 e non 2022-2026». Quindi: «Abbiamo di fronte una grande possibilità. Poiché il terzo Valico dei Giovi è stato spostato nel PNRR per circa 4 miliardi, significa che dentro il bilancio delle Ferrovie ci sono 4 miliardi che sono liberi e che potrebbero bastare per fare la galleria di Valico della Pontremolese e, cambiare completamente le sorti sull’alto Tirreno della Portualità, perché ha ribadito, dopo averlo ripetuto nell’incontro che si era tenuto alla Spezia, presente il vice ministro alle Infrastrutture Teresa Bellanova e nel convegno nel Porto di Marina di Carrara, che “il raddoppio della linea ferroviaria Pontremolese, dando acquisito il Brennero, è fondamentale per fare un salto di qualità”.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi