Marcello Di Caterina: (Alis): lo sciopero dell’autotrasporto in Sicilia è folle vista la situazione attuale dell’isola

Tempo di lettura: < 1 minuto

Roma – “Ancora una volta ci troviamo di fronte a proclamazioni di scioperi e stati di agitazione, da parte di alcune sigle sindacali e associazioni di categoria in Sicilia, che non fanno il bene del settore dell’autotrasporto”.

E “che, inoltre, rischiano solo di aggravare ancor più una situazione già molto delicata e complessa per le famiglie, i cittadini e le imprese dell’isola che stanno fronteggiando serie emergenze derivanti da incendi e maltempo, con pesanti conseguenze come le chiusure degli aeroporti. ALIS ribadisce quindi di non aderire ad alcuna sospensione delle attività e dei servizi di trasporto”.

È quanto dichiara il Vicepresidente e Direttore generale di ALIS Marcello Di Caterina con riferimento agli annunci di alcune associazioni di categoria di voler sospendere i servizi di autotrasporto merci in Sicilia dal 4 all’8 agosto a causa di impegni disattesi da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in tema di incentivi per il trasporto combinato strada-mare.

“Come ALIS siamo sempre più convinti della necessità di non interrompere il corretto svolgimento dei servizi offerti dalle aziende di autotrasporto e la regolare consegna delle merci in tutto il territorio nazionale e nelle Isole, ma anche della necessità di favorire il dialogo con le Istituzioni come strumento primario per trovare soluzioni rapide e condivise rispetto alle grandi difficoltà che l’intero comparto sta affrontando. In questa direzione – conclude Di Caterina – auspichiamo che i contributi Marebonus per l’annualità 2022 non vadano persi e, anzi, vengano erogati al più presto, dal momento che rappresentano un sostegno fondamentale per le aziende e gli operatori del trasporto intermodale”.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter