Ultimi Articoli

Msc va alla conquista dei Caraibi con il nuovo terminal a Miami

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

Miami, oltre ad essere hub ideale per tutta l’area caraibica e il Nord America, è il centro di gravità permanente del turismo crocieristico mondiale, ed è quindi la vetrina perfetta per ospitare una struttura rappresentativa del meglio del made in Italy. Parola di Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, a commento della firma insieme a alla Divisione Cruise del Gruppo Msc di un contratto per la costruzione, affidata alla società Fincantieri Infrastructure Florida, di un nuovo grande terminal crociere nel porto di Miami per un investimento di 350 milioni di euro.
Per il nuovo terminal si prevede un corpo centrale multilivello che potrà servire, contemporaneamente, fino a tre navi di ultima generazione e a un transito fino a 36.000 viaggiatori al giorno. Progettato dallo studio di architettura Arquitectonica, sarà completato entro dicembre 2023. Msc costruirà due banchine di circa 750 metri in totale, la contea di Miami-Dade ne costruirà una terza. Nel progetto è compresa anche la realizzazione della infrastruttura costiera, incluse le stazioni di approvvigionamento idrico e quattro ponti di imbarco passeggeri.
Oltre alle strutture all’avanguardia per i servizi passeggeri, il nuovo terminal comprenderà aree per uffici, un parcheggio multipiano per almeno 2.400 veicoli e un nuovo collegamento stradale. Poiché i piani del porto di Miami prevedono di abilitare la connettività elettrica da terra, le navi di Msc che vi faranno base saranno predisposte per essere collegate alla rete elettrica dalla banchina.
Il nuovo terminal è anche progettato in modo da poter ospitare le navi da crociera più grandi e a ridotto impatto ambientale della flotta di Msc Cruises, tra cui la nuova ammiraglia Msc Seashore, attualmente in fase di completamento a Fincantieri di Monfalcone. E’ già stabilito infatti che la Msc Seashore farà base su Miami quando entrerà in servizio, entro la fine dell’anno, così come le future navi Ing della compagnia.
Ma c’è di più nei piani strategici della Compagnia per il nuovo terminal. E’ Pierfrancesco Vago, executive chairman della Divisione Cruises del Gruppo Msc a spiegare che il terminal di Miami diventerà “un punto di riferimento per lo stile e il comfort dedicato ai passeggeri di passaggio. Servirà inoltre da piattaforma per sostenere l’espansione della nostra Divisione Crociere in tutta la regione e nei Caraibi per gli anni a venire. Ci consentirà di dislocare lì alcune delle nostre navi più moderne e ad alte prestazioni sotto il profilo ambientale, rappresentando insieme agli altri nostri investimenti negli Stati Uniti il nostro impegno per il mercato locale, i nostri partner commerciali e gli ospiti”.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi