Ultimi Articoli

No alla guerra, la guerra mai. E se disgraziatamente comincia non resta che chiedere a gran voce: “Stop War”.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: < 1 minuto

LA SPEZIA – Due parole, un grido, un valore inestimabile: “Stop War”.  No alla guerra, la guerra mai e se inizia va stoppata al più presto, subito.

E “Stop War” scritto nei colori blu e gialli della bandiera dell’Ucraina. Lo Spezia si è presentato in campo così in campo per il riscaldamento della partita contro la Roma allo stadio Picco. Un gesto di vicinanza nei confronti del Paese invaso dall’esercito russo e del proprio calciatore Viktor Kovalenko, originario della Crimea.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi