Ultimi Articoli

Non c’è pace per l’appalto per la nuova diga foranea di Genova sospeso ora per decisione del Tar fino al 18 novembre

Tempo di lettura: < 1 minuto

Genova – Il Tar della Liguria con decreto cautelare ha sospeso l’appalto della nuova diga foranea del porto di Genova, accogliendo il ricorso del Consorzio Eteria, Acciona Construcción e Rcm Costruzioni.

Il decreto “sospende l’esecuzione del decreto di aggiudicazione del 12 ottobre 2022, ai soli fini della stipulazione del contratto, fissando per la trattazione collegiale della domanda cautelare la camera di consiglio del 18 novembre 2022“.

“La concessione della misura cautelare monocratica dev’essere utilmente limitata alla stipulazione del contratto, fermo ilproseguimento delle verifiche previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia e dei requisiti di ordine generale e speciale dichiarati dall’aggiudicatario”.

Il ricorso presentato dalla cordata sconfitta richiedeva l’annullamento, previa sospensiva, del decreto di aggiudicazione dell’incarico a Webuild, Fincantieri, Fincosit e Sidra.

Nelle motivazioni del decreto del Tar si fa riferimento all’opera pubblica di “particolare complessità e di rilevante impatto finanziata in parte con risorse del Pnrr e inserita nel Piano nazionale complementare” e si richiama la normativa speciale prevista dalla legge per tali appalti.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi