Ultimi Articoli

Ora tocca ai Comuni attivarsi per ottenere i fondi del Pnrr: incontro operativo con il ministro Andrea Orlando

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Il PNRR ora entra nella fase che chiama alla prova i territori e specificatamente gli Enti locali. Dopo i grandi progetti ora tocca dunque ai Comuni attivarsi per poter attingere ai fondi in arrivo dall’Europa.

Dai sei mesi dedicati alla redazione dei bandi e delle norme ora si deve entrare e velocemente nella fase operativa perché il Pnrr deve rispondere ad un cronoprogramma inderogabile.

L’incontro con sindaci e amministratori del Ministro del Lavoro Andrea Orlando, intervenuto questa mattina all’Auditorium dell’Autorità Portuale, è stato concretamente operativo nell’indicare non solo le diverse direttrici chiave che consentono di ottenere i fondi per progetti su asili nido, aree interne, bus elettrici, sport e periferie, qualità abitativa, riforestazione e rigenerazione urbana.

Ad illustrare le opportunità per i Comuni è intervenuto, con il ministro il professor Marco Leonardi, capo del Dipartimento per la Programmazione economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il quale nel tam tam di domande e risposte, si sono affrontate, caso per caso, le opportunità da cogliere e le difficoltà da affrontare. Come quella non certo secondaria del reperimento di professionisti per la redazione dei progetti.

Tant’è che Orlando ha più volte suggerito (o consigliato, se si vuole) intanto di concentrare le attenzioni sui Comuni più grandi e comunque su un coordinamento con la Provincia ma anche di ricorrere agli Ordini e agli Albi professionali per impostare e coordinare le attività progettuali, ricorrendo, vista la scarsa reperibilità dei liberi professionisti, a professionisti in pensione, a giovani professionisti, alle università, tenuto conto che molte amministrazioni locali provate da anni di tagli nel personale e che la tempistica, come detto, è fondamentale.

All’incontro, organizzato dalla Prefettura della Spezia, erano presenti i rappresentanti di sedici amministrazioni comunali, oltreché della Camera di commercio, di Confindustria, Confcommercio, Confartigianato e di Cna.

Si sono riassunti, in fase di presentazione, le spettanze del Pnrr per la Liguria alla quale sono destinati 1,3 miliardi di euro per infrastrutture e mobilità sostenibile, 137 milioni per le scuole, 190 milioni per il sistema sanitario regionale.

Dal Focus Pnrr alla Provincia della Spezia sono destinati in particolare 5,46 milioni per le aree interne della Val di Vara, 15 milioni per il PINQuA di Sarzana, 30 milioni per la realizzazione e l’elettrificazione del nuovo molo crociere del primo bacino portuale, per la realizzazione delle infrastrutture per il cold ironing del Molo Garibaldi (5,5 milioni) e delle banchine di servizio del comparto mercantile del secondo e del terzo bacino portuale (12 milioni).

Nella foto di Emanuele Rubino sopra il titolo: Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando e il professor Marco Leonardi, capo del Dipartimento per la Programmazione economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri

L’Auditorium dell’Autorità Portuale della Spezia con il prefetto, i sindaci e gli amministratori comunale all’incontro con il Ministro del Lavoro Andrea Orlando sui fondi del Pnrr agli enti locali (Foto Emanuele Rubino)

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi