Per la prima volta il padre Luca regista si confronta a Lerici con il figlio Gabriele, attore nel film di Beppe Fiorello

Tempo di lettura: 2 minuti

LERICI – Si è rivelata una serata speciale quella che ha visto in intenso dialogo con il pubblico Luca e Gabriele Pizzurro nella terza settimana di “Salute, Società, Spettacolo” sulla terrazza del Circolo Erix di Lerici.

Speciale sicuramente per i due personaggi, Luca, regista e attore teatrale, direttore del Teatro del Torrino a Roma, e Gabriele, il giovanissimo attore che ha esordito nel cinema con il film di successo “Stranizza d’Amuri” per la regia di Beppe Fiorello.  Speciale perché mentre Gabriele è stato e continua ad essere in tour per l’Italia, insieme a Beppe Fiorello, a presentare il film opera prima del regista e di lui uno dei protagonisti, tratta da un fatto di cronaca degli anni ’80, il delitto di Giarre, è per la prima volta a Lerici che il padre Luca e il figlio Gabriele si sono confrontati insieme davanti al pubblico per raccontarsi.

Sì è accaduto, come detto, sulla terrazza Erix di Lerici dopo che era nata una simpatica amicizia a Firenze tra il giovane attore romano e i tre giovani organizzatori di “Salute, Società, Spettacolo”, Francesco Millepiedi, Pietro Balestri e Federico Cappa. Tanto che quando il padre ha saputo dell’invito al figlio ha chiesto di venire anche lui Lerici.

Titolo della conversazione era “Padre e figlio: dal Teatro al sogno del Cinema”. La prima parte della serata è stata dedicata alle domande di un altro attore, Roberto Bocchi, visto in diverse serie Tv tra le quali “Don Matteo” e “1993” che ha fatto ripercorrere ai due i loro rispettivi viaggi artistici, intrecciati a tre anni fin da quando Gabriele aveva tre anni, con il ragazzo che, con il cinema, ha cominciato il suo volo.

Nella seconda parte della serata è stato il pubblico a “curiosare” con domande a raffica nei due artisti per conoscerli da vicino. E si è parlato di tutto e di più sempre restando nel tema conduttore del festival.

Un primo applauso del pubblico è arrivato quando Gabriele ha raccontato di aver vinto il prestigioso Nastro d’argento, altri sono seguiti per sottolineare vari passaggi anche delicati del confronto, sincero e simpatico.

Piacevolmente stupito infine si è mostrato Gabriele quando ha saputo di essere stato premiato anche a Lerici con il riconoscimento del festival “Salute, Società, Spettacolo”.

Con Luca Gabriele Pizzurro si è conclusa la parte più espressamente dedicata ai giovani prima con l’incontro di venerdì con il seguitissimo sui social Matteo Saudino in arte “Barbasophia” che ha presentato, con Michele Moroni, il suo ultimo libro “Sophia Express” e ha parlato della scuola che dovrebbe essere e poi con l’incontro di sabato con Angelo Cattivelli, ragazzo-speaker radiofonico fondatore di Teen Social Radio, che ha discusso con Federica Alibrandi “Il Mestiere della Radio”.

Il Festival è proseguito oggi con la presentazione alle 19 del libro “La Baronessa di Carini” di Costanza DiQuattro in colloquio con l’editore Antonio Scollo ed Evangelina Brondi. I prossimi cinque appuntamenti sono domandi mercoledì 19 luglio alle 19 con Star in Oceano di Dario Noseda con Maria Cristina Sabatini, martedì 25 luglio con il Gruppo Speleologico Lunense alle 19 e gli Astrofili dell’Iras alle 21,30 e infine giovedì 27 luglio alle 19 con Dove si trovano i pensieri con Daniela Troiano, filosofa della mente, e alle 21,30 con il futuro è Bio? con il divulgatore scientifico Silvano Fuso in colloquio con l’assessore all’ambiente del Comune di Lerici Claudia Gianstefani.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter