Ultimi Articoli

Roberto Alinghieri racconta alla Spezia “Magellano, del bisogno di andare storia del più incredibile viaggio di tutti i tempi”

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

 Al La Spezia Estate Festival ancora una volta sarà il mare a fare da habitat allo spettacolo di domani lunedì 16 agosto (ore 21.30) nell’arena all’aperto di Piazza Europa, con Roberto Alinghieri, con Stefano Cabrera (violoncello) e Flavia Barbacetto (voce), che racconterà la storia del più incredibile viaggio di tutti i tempi: quello di Ferdinando Magellano, navigatore ed esploratore portoghese che 500 anni fa compì la prima circumnavigazione del globo terrestre.

Magellano, del bisogno di andare è uno spettacolo/lettura. Attraverso la narrazione di Alinghieri, le sue parole, quelle di Antonio Pigafetta (biografo e compagno di viaggio di Magellano) e quelle di Stefan Zweig (massima autorità storica del viaggio del grande esploratore), ripercorriamo la più grande avventura umana.

“Andare, non viaggiare; viaggiare è più nobile, più comodo, andare non prevede condizioni. Se non si va, non si vede diceva il personaggio di un film. Per millenni – dice Roberto Alinghieri – l’uomo è andato, ha superato ogni limite, affrontato l’avventura vera, quella che non conosce la mèta. Se non si va, non si vede.

Così, con questo spirito, esattamente cinquecento anni fa, partì la più grande spedizione di tutti i tempi e da allora, come seguendo una scia, la scia della nube di Magellano, milioni di studiosi, lettori e semplici appassionati si fanno guidare dalla galassia di emozioni che hanno dato vela al grande navigatore, inseguono assieme a lui il più grande dei sogni: scoprire qualcosa che nessuno ha mai conosciuto, scoprire sé stessi”

La lettura è accompagnata dalle musiche dell’epoca, suonate e cantate da Stefano Cabrera (Gnu Quartet) e Flavia Barbacetto (Blue Dolls), quelle che, con ogni probabilità, cantava e suonava l’equipaggio per sconfiggere la malinconia: l’Ave Maria di Tomás Luis de Victoria, le pavane, Mas vale trocar di Tomás Luis de Victoria. Con numerose variazioni ironiche e di riflessione, la storia ci porta anche a ragionare sullo scempio provocato dall’uomo e dalla sua sconfinata voglia di possesso; saranno allora Fiume Sand Creek di Fabrizio De André, piuttosto che i Watussi di Edoardo Vianello (ed altre ancora) ad accompagnare le “divagazioni sul tema” del racconto.

Nella foto: l’attore Roberto Alinghieri

—————————–

 

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

INFO E BIGLIETTERIA – L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria. Obbligo di Green Pass per l’accesso all’area di spettacolo. Si ricorda che è possibile assistere agli spettacoli soltanto in posti a sedere numerati, preassegnati e distanziati. I biglietti sono disponibili presso il Botteghino del Teatro Civico (ingresso da via Carpenino), oltreché alla biglietteria di Spezia Risorse in via Pascoli n. 64

Gli orari delle biglietterie sono: –       botteghino del Teatro Civico: dal lunedì al sabato ore 8.30/12 –       biglietteria di Spezia Risorse: dal lunedì al venerdì ore 8.30/13; il sabato ore 9-12.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi