Ultimi Articoli

Tre incontri a Genova, Milano e Roma per fare il punto sull’Economia del Mare che vale oltre il 9 per cento del Pil ed ha significative potenzialità di crescita

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

La Blue Economy è ormai considerata il volàno dell’economia italiana di rilevanza strategica per l’Italia. E per fare il punto sull’Economia del Mare che non solo vale oltre il 9 per cento del Pil nazionale ma che presenta significative potenzialità di crescita il Centro Studi Borgogna e il Vinacci ThinkTank hanno organizzato tre incontri a Genova, a Milano e a Roma.

L’obiettivo dei tre incontri-confronti è di fare emergere, affrontando gli aspetti di maggiore rilevanza e impatto per la competitività e il potenziamento dell’intera filiera, il valore di un asset nazionale così importante sul quale investire.

Il primo appuntamento sarà a Genova giovedì 4 novembre nel corso del quale ci si confronterà su ruolo della logistica e potenziamento delle infrastrutture.
Il secondo appuntamento sarà a Milano il 17 novembre con il confronto sugli aspetti di diritto marittimo, di diritto commerciale e sugli scenari assicurativi.
Il terzo appuntamento sarà a Roma il 20 novembre con la presentazione nelle sedi legislative delle criticità emerse e delle proposte avanzate dagli operatori.

Tutti gli incontri sono gratuiti e organizzati in presenza, con green pass obbligatorio. Per partecipare è necessario iscriversi mandando una email a: iscrizione@centrostudiborgogna.it oppure chiamando lo 02.36642658.

L’appuntamento genovese è per giovedì 4 novembre dalle 9.30 alle 13 al Blue District del Porto Antico per il focus sullo sviluppo del sistema logistico: la parola ad armatori, agenti e spedizionieri.

Alla base di questi tre incontri a Genova, Milano e Roma c’è questa riflessione di fondo: “L’Unione Europea sta investendo energie e risorse nel Piano Digital Europe e ha evidenziato l’importanza della digitalizzazione di imprese e infrastrutture tra gli assi principali di spesa per avere accesso ai fondi del Next Generation Eu. Tra le priorità per la crescita nel nostro Paese, c’è senza dubbio la digitalizzazione del sistema portuale italiano e maggiori investimenti in quella che viene chiamata la Blue Economy, il business intorno al mare che tocca traffici portuali

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi