Ultimi Articoli

Writers che “imbrattate” i muri e deturpatori dei beni alla Spezia, la sanzione sarà di 500 euro e con l’obbligo di ripulirli

Tempo di lettura: < 1 minuto

LA SPEZIA – È illustrata dal Sindaco Pierluigi Peracchini  la delibera che inasprisce le sanzioni amministrative per chi deturpa i beni pubblici e privati.

Con il Sindaco erano presenti l’Assessore alla Sicurezza e alla Polizia Municipale Giulio Guerri e il Comandante del corpo di Polizia Locale Francesco Bertoneri.
Un provvedimento necessario visto il dilagare soprattutto del fenomeno dei writers che imbrattano i muri e non solo con  scritte creando un danno al decoro urbano. È stata dunque rideterminata la sanzione portandola a 500 euro e in aggiunta il Sindaco potrà ordinare al trasgressore individuato, ovvero alla persona civilmente obbligata o solidalmente responsabile, il ripristino dello stato dei luoghi. Quindi oltre alla sanzione il trasgressore dovrà accollarsi le spese per il ripristino e la pulizia  del danneggiamento. Infine il provvedimento prevede che al trasgressore sia interdetta la possibilità più frequentare le zone in cui ha cagionato il danno.
Il provvedimento è volto alla tutela del  decoro urbano che costituisce un valore sensibilmente avvertito nella collettività, anche in relazione al diffondersi del fenomeno dell’imbrattamento di beni pubblici e privati con graffiti, murales e affissioni abusive.
Oltre a rappresentare un fatto di maleducazione e mancanza di rispetto per i beni comuni è bene ricordare che il  Regolamento di Polizia Urbana vieta di imbrattare con scritte, affissioni e disegni gli edifici pubblici, o gli edifici privati visibili dalla pubblica via, i monumenti e beni artistici e culturali e religioni in genere, le panchine, gli arredi urbani, gli alberi, gli attrezzi dei giochi e altri manufatti di pubblico utilizzo o comunque di pubblica utilità, le targhe viarie e le piastrine dei numeri civici.
Grazie all’ampliamento dell’impianto di videosorveglianza, che rappresenta un valido supporto agli agenti della Polizia Locale, sarà più facile “scovare” i trasgressori e tenere monitorato il territorio.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi