Ultimi Articoli

Il Presidente di Federlogistica Luigi Merlo al Propeller della Spezia e Marina di Carrara: “Occorre il coordinamento per investire bene le straordinarie risorse del PNRR”

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – Meeting particolarmente partecipato dagli operatori dei Porti della Spezia e di Marina di Carrara al Propeller che, a Porto Lotti, ha ospitato Luigi Merlo, Presidente di Federlogistica, presenti il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e il Comandante della Guardia Costiera-Capitaneria di Porto Alessandro Ducci.

Nel presentare il relatore, il Presidente del Club Giorgio Bucchioni, ha ricordato i fatti più recenti che riguardano, tra luci e ombre, attualità e futuro sia dei porti sia della logistica. Come la irragionevole insistenza della Unione Europa nel ritenere imprese le Autorità di Sistema e quindi soggette a imposizione fiscale; come l’approvazione da parte del Consiglio dei ministri della disciplina dello Sportello unico doganale e dei controlli, il così detto SUDOCO, previsto dal PNRR nell’ambito della riforme sulla competitività della rete logistica, disciplina che rappresenta una svolta davvero operativa, peraltro anticipata da un anno dalla comunità portuale spezzina, primo e ancora unico caso in Italia; come l’invio alla Spezia da parte del Gruppo Grimaldi della prima nave sulla quale saranno installati gli impianti scrubber essendo stato commissionato il lavoro alla società Jobson Italia. Giorgio Bucchioni non ha mancato infine di mettere in guardia dalla ideologizzazione della transizione ricordando, tra l’altro, che il New York Time ha cominciato a mettere in dubbio l’esaustività, per come è coralmente e semplicisticamente predicata, dell’elettrico applicato alla mobilità.

L’intervento di Luigi Merlo si è aperto con l’inquadramento della riforma Del Rio, confutando le voci di parte del cluster marittimo che la ritengono una riforma dimezzata, nel senso che non è stata portata a termine, in quanto, secondo il relatore, che in allora era consulente dello stesso ministro Del Rio, dopo aver lasciato l’incarico di presidente dell’Autorità portuale di Genova, la riforma del 84/94 di Prandini è stata quella della svolta storica che ha trovato applicazione alla Spezia con il primo modello di terminal privato. La riforma Del Rio, per Merlo, è stata poi necessaria e fondamentale per introdurre alcuni correttivi che evitassero soprattutto i conflitti di interesse. Ed è vero che è rimasta, non incompleta, ma in parte inapplicata soprattutto sulla governance attraverso la conferenza nazionale di tutti le Autorità di Sistema Portuale.

Merlo è poi tornato a denunciare che per le opere pubbliche, il PNRR non tiene minimamente conto dei cambiamenti climatici e in particolare dell’alzamento del livello del mare calcolato in 35 centimetri tra i venti e i trent’anni e 100 centimetri nei prossimi cento anni. E ha ricordato lo studio che Federlogistica ha commissionato ad Enea,  uno studio per valutare le opere di protezione, le nuove altezze delle banchine e l’entità della sparizione di aree. “Ma – ha osservato – anche se nel PNRR non c’è nulla di tutto questo, non si può fare finta che il lavoro portuale anche da questo punto di vista cambierà. A proposito del quale il richiamo finale è stato esplicito: “Gli operatori devono lavorare su prospettive non sull’oggi. Il che vale anche per la tecnologia che non smette di essere superata”.

In conclusione Luigi Merlo ha evidenziato la incomprensibile difficoltà di andare ad un coordinamento, al quale si era peraltro pensato, per tenere insieme politiche europee e politiche nazionali, soprattutto in questa fase del PNRR e delle straordinarie risorse che devono essere impiegate in base a una visione d’insieme del sistema porto-logistico italiano.

Nella foto: Il Presidente del Propeller Giorgio Bucchioni e il Presidente di Federlogistica nazionale Luigi Merlo  

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi