Ultimi Articoli

Accusati di furto e contrabbando di gasolio marino: arrestati dieci marittimi di due rimorchiatori a Singapore

Tempo di lettura: < 1 minuto

Singapore – Sono state arrestate (e non è la prima volta che succede nel porto di Singapore) dieci componenti di equipaggi di due rimorchiatori per traffico illecito di carburante marittimo.

Accusati di furto e contrabbando di gasolio marino (MGO) dalla società armatoriale in quanto coinvolti nella vendita illecita di MGO avvenuta  al largo del bacino meridionale di Tuas, a Singapore. Durante l’operazione la polizia ha anche sequestrato 8mila dollari trovati a bordo di uno dei rimorchiatori, e ritenuti i proventi della vendita. La nave è stata messa sotto sequestro.

Dei dieci marittimi, ciascuno dei sei del rimorchiatore di Singapore rischia fino a 15 anni di reclusione e multe, ciascuno dei quattro del rimorchiatore straniero, accusato di ricettazione, rischia fino a 5 anni di reclusione e multe.

I primi, marittimi di Singapore, avrebbero in sostanza venduto ai secondi, marittimi stranieri, il carburante della società armatrice.

Il precedente risale all’ottobre scorso quando, a Singapore che è il maggiore mercato di carburante marittimo al mondo, nove uomini sono stati arrestati e condannati dai 3 anni ai 7 mesi di carcere, perché coinvolti in una  truffa del valore di 250.000 dollari ai danni di diversi armatori.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi