Ecco il libro “Isola del Tino” , di sorprendente bellezza e la più segreta della Liguria

Tempo di lettura: 6 minuti

LA SPEZIA – L’associazione Amici dell’isola del Tino OdV presenta, dopo circa due anni di ricerche e studi, la propria opera editoriale, “Isola del Tino – isola di sorprendente bellezza”.

Opera che racconta l’isola più segreta di tutta la Liguria attraverso le sue tante peculiarità storiche, naturalistiche, militari, tecnologiche e culturali.

Si tratta di un’opera collettiva che ha visto convergere i contributi di 38 autori e di 14 fotografi, tra soci e appassionati, intellettuali e studiosi, militari e scrittori, coordinati dalla curatrice dell’opera, Elisabetta Cesari, presidente dell’Associazione e anche lei autrice di testi e fotografie.
Il libro ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, l’adesione di 9 Comandi della Marina Militare, di 14 Enti istituzionali fra centrali, regionali e locali, di 38 fra fondazioni ed associazioni e il sostegno economico di alcune realtà culturali e produttive del territorio, Fondazione Carispezia in primis.

Il libro, nato per offrire una conoscenza approfondita dell’isola del Tino, custodita dalla Marina Militare e sito UNESCO, oltre all’interessante contenuto culturale e fotografico vuole essere occasione di educazione ambientale, promotore di cittadinanza attiva e rete di conoscenza e amicizia inclusiva e solidale.

Il testo documenta anche la storia recente dell’isola: gli scavi e i restauri della Soprintendenza, la prima valorizzazione dell’isola ad opera della Pro Insula Tyro negli anni ’60 del secolo scorso e l’apertura al territorio promossa dall’Ammiraglio Giorgio Lazio attraverso il Comando Fari e Segnalamenti Marittimi dell’Alto Tirreno, i Guardiani dell’isola e le Associazioni che hanno dato poi origine al nucleo fondatore dell’associazione Amici dell’isola del Tino OdV.

Il libro non ha fini di lucro, come da norme statutarie dell’Associazione. Ne sono state stampate 1500 copie, la metà delle quali, corredate dai loghi del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e delle Forze Armate, con la prefazione del Capo Dipartimento del MASE, Fabrizio Penna, saranno distribuite gratuitamente alle biblioteche, alle scuole, alle associazioni e agli enti. Le rimanenti copie, identiche per contenuto e impreziosite dalla prefazione della direttrice di MAREVIVO Onlus, Carmen Di Penta,
hanno il prezzo unitario di 40 euro per contribuire a rientrare dai costi di produzione complessivi dell’opera.

È stata stampata una versione del libro in Braille grazie alla collaborazione con la Biblioteca Italiana per i Ciechi “Regina Margherita” di Monza e come suggello dei tanti progetti condivisi sull’isola con gli amici della UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti).
Il piano dell’opera comprende 22 capitoli narrativi e 18 approfondimenti: sono introdotti e resi omogenei e sinergici dalla curatrice della stessa.
“Siccome l’isola si presenta differente a chi la vede dal mare e a chi la percorre a terra, si potrà iniziare il viaggio di lettura, per approdarvi e per poi percorrerne i sentieri, solcando con le dita il Piano Nautico personalizzato messo a punto appositamente per l’opera da parte dell’Istituto Idrografico della Marina Militare e seguendo la Carta dei Sentieri dell’isola del Tino, preparata dal CAI La Spezia e pubblicata, per la prima volta, su questo testo: doni straordinari e segni di amicizia e condivisione”.

Particolare attenzione è stata riservata alla sostenibilità dell’opera: il libro è stampato da Grafiche Peruzzo su carta certificata FSC©, a garanzia dell’utilizzo responsabile del patrimonio forestale mondiale, evitando l’uso di plastiche e solventi, senza mai perdere in qualità fotografica e garantendo al lettore un libro profumato di buona stampa. Paolo Carnovalini ne è il Graphic Designer.

“Doveva essere poco più di una brochure, pensata per accompagnare i visitatori”, ricorda Elisabetta Cesari, curatrice del libro, “ma l’entusiasmo e il piacere di ricercare tra archivi, testimonianze, biblioteche e pagine web ci ha portato a creare un’opera decisamente più approfondita, ricca di curiosità, aneddoti, storie, documenti, molti dei quali sconosciuti e inediti.

Nel volume ci sono pagine che tracciano un percorso, dall’approdo fino al palazzo monumentale del faro, passando per l’antico monastero e le sue chiese, tra cisterne, caserme, memorie militari e cave, il tutto impreziosito da un importante corredo fotografico. Lungo il tragitto si fanno incontri, si intervistano luoghi e persone, si rivelano nomi e storie, ci si allena a vedere il mare e l’isola anche ad occhi chiusi tra le pagine che sciolgono nodi e misteri. Ci sono altre sezioni che approfondiscono gli aspetti
salienti della natura e della storia dell’isola e che sono il generoso e prezioso dono di studiosi, artisti e scrittori che hanno contribuito con entusiasmo all’impresa”.

“La sinergia fra Istituzioni ed Associazioni che avevo promosso quando ero in servizio”, commenta l’Ammiraglio di Squadra (ris.) Giorgio Lazio, ex Comandante Marittimo Nord e attuale vicepresidente dell’associazione Amici dell’isola del Tino OdV, “trova in quest’opera la sua sublimazione. Lo straordinario valore aggiunto del libro risiede nella testimonianza della rete virtuosa nata fra persone diverse in quanto a professionalità ed esperienze maturate, ma del tutto simili per qualità del sentire e per la volontà di impegnarsi per il bene comune”.

“Questo libro per l’associazione Amici dell’isola del Tino OdV rappresenta un bel traguardo, ma anche un punto di partenza: speriamo di incuriosire altri, soprattutto i giovani, a fare ricerche, ad approfondire”, riporta il segretario Andrea Guidugli a nome del Direttivo. “Noi siamo pronti a sostenere tesi di ricerca perché l’isola del Tino possa essere sempre più conosciuta, amata e protetta”.

————————————————-
Associazione Amici dell’isola del Tino OdV

Organismo di volontariato del Terzo Settore, senza scopo di lucro, l’associazione Amici dell’isola del Tino OdV
fu fondata nel novembre 2020 da 21 soci per il perseguimento delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità
sociale legate alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale dell’isola del Tino e delle
aree marittime e geografiche collegate.
L’Associazione ad oggi ha oltre 700 iscritti e promuove, organizza e gestisce attività culturali, scientifiche, artistiche
o ricreative di interesse sociale, incluse attività editoriali e convegni, in rete con altre Associazioni ed
Enti del Territorio nazionale e internazionale.
Da sempre collabora con il CAI La Spezia sull’isola del Tino, condivide incontri, manifestazioni e progetti con
le scuole di ogni ordine e grado, con molti enti e istituzioni; attualmente partecipa all’Associazione Temporanea
di Scopo (ATS) promossa dalla Regione Liguria nel percorso di co-progettazione previsto dall’accordo di
programma 2022/2024 – Area Disabili; è partner del Progetto Percorsi nel Blu – EU Blue School per la promozione
di iniziative di Citizen Science con attività di studio, divulgazione e tutela della biodiversità marina;
partecipa al Gruppo di Lavoro Ambiente e Pulizia del mare e delle spiagge, coordinato dalla Consulta Provinciale
Femminile all’interno dell’Agenda ONU 2030.

FOCUS: Autori del libro Isola del Tino – Isola di sorprendente bellezza

Isola del Tino – Isola di sorprendente bellezza è un’opera collettiva, un’isola che si fa arcipelago di cultura e di
condivisione dei saperi. Il suo valore è dato dalla preziosa collaborazione tra un gran numero di iscritti all’associazione Amici dell’isola del Tino O.d.V. e un gruppo di studiosi, scrittori e artisti che insieme hanno raccontato i molteplici aspetti
dell’isola di luce.

La curatrice e autrice, Elisabetta Cesari, ha scelto per il libro l’impronta narrativa epica, quella che attinge al mito sotteso ad ogni viaggio per mare, tra navigazioni, sbarchi, memorie e nuove scoperte. Ha raccolto, contagiando con entusiasmo, associati e cultori di materie diverse attorno al progetto di raccontare l’isola nella sua complessità, riuscendo poi a dare omogeneità e armonia alla compresenza dei diversi apporti.
Per la realizzazione dell’opera, ha potuto contare sul pregiato aiuto dell’Ammiraglio di Squadra (ris) Giorgio Lazio, attuatore di innovative visioni, ex Comandante Marittimo Nord, e di Paolo Carnovalini, appassionato consulente editoriale e abilissimo graphic designer.
Hanno contribuito in modo sostanziale all’impresa, per la revisione dei testi e per le ricerche:
Lilia Gattoronchieri, Cristina Mazzolani, Paola Nastasi, Emanuela Stretti ed Elisabetta Toracca.
Coautori dei capitoli di narrazione: Gabriella Alibani, Marco Fortunato, Giorgio Lazio, Vladimiro Martini, Francesca Merlini, Erika Mioni, Michele Provvedi, Corrado Ricci, Cristina Saisi, Orazio Scimone, Daniela Senese, Patrizia Zanzucchi.
Autori degli approfondimenti: Alessandro Bacchioni, Egidio Banti, Elda Belsito, Franco Bonatti, Marco Buticchi, Paolo Cabano, Aurora Cagnana, Pierpaolo Ianni, Giorgio Lazio, Marcella Mancusi, Andrea Marmori, Erika Mioni, Simone Perotti, Luisa
Rossi, Gianmarco Simonini, Pier Gino Scardigli, Pia Spagiari, Francesco Vaccarone, Eliana Vecchi.

Ai trentotto autori si aggiungono i fotografi che hanno donato una valenza contemplativa all’opera, tra geografie
e geometrie, tra le luci e le ombre che sull’isola assumono valori simbolici e toni primordiali.

Hanno raccontato con i loro scatti un altrove che diventa orizzonte prossimo e terra esplorata con paesaggi che rivelano parte del mysterium dell’isola. Elisabetta Cesari, da sette anni impegnata per l’isola del Tino, ha scattato buona parte delle foto pubblicate, arricchendo il suo lavoro con fotografie di altri 13 autori.

Nella foto Elisabetta Cesari, presidente dell’Associazione Amici del Tino mostra entusiasta la prima copia dell’opera appena uscita dalla tipografia, opera alla quale  hanno collaborato  38 autori e di 14 fotografi, tra soci e appassionati, intellettuali e studiosi, militari e scrittori, che ha coordinato in quasi due anni di lavoro e opera della quale è anche lei autrice di testi e fotografie.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter