Ultimi Articoli

I Porti di Genova e di Savona sono già da considerare in fase di recupero

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

Da aprile a giugno, il traffico containerizzato del Porto di Genova (Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale) ha registrato una crescita del 37,9% rispetto allo stesso periodo del 2020 e il 6,3% in più rispetto all’ultimo anno “normale”, il 2019.

Con la movimentazione di 757.972 teu complessivi – si sottolinea  – si tratta peraltro della migliore performance addirittura nella serie storica del sistema portuale e che dunque i Porti di Genova e di Savona sono già da considerare in fase di recupero.

Allargando lo sguardo infatti al traffico nel primo semestre 2012 si registra una movimentazione complessiva di 1.434.114 di Teu, con un più 18,2% sul 2020 e un più 5,8% sul 2019. Si sottolinea inoltre che rispetto al traffico gateway il traffico su rotaia è aumentato significativamente soprattutto tra aprile e giugno con 105.648 Teu, +58% sul 2020 e +23,3% sul al 2019. Nel primo semestre dell’anno hanno viaggiato 4.828 treni (+1.296 rispetto al 2020 e +756 rispetto al 2019), confermando la media di 31 treni al giorno.

Nella disarticolazione dei dati complessivi ecco le performances settore per settore.

I traffici di rotabili e auto nuove hanno segnato nel secondo trimestre 2021 un incremento del 32,9% rispetto allo stesso periodo del 2020, con un incremento di circa 565 mila tonnellate movimentate, ed una performance complessiva per i primi 6 mesi dell’anno del 17,9%.

Nelle merci varie (prodotti metallici, forestali e frutta) si è evidenziato un andamento positivo in particolare con il segmento dei prodotti metallici in ripresa.

Per i forestali l’incremento è stato del 7,3% rispetto al 2020 con un calo della frutta nel porto di Savona del 9% rispetto al 2020.

Rinfuse liquide. La movimentazione di greggio nel primo trimestre del 2021 ha chiuso con un calo dell’1,2% rispetto allo stesso trimestre del 2020 e del 5,5% rispetto al 2019; per gli olii minerali invece l’incremento è del 31,4% che ha permesso la chiusura del semestre con una moderata crescita dello 0,9% a 8,8 milioni di tonnellate movimentate (6,1 nello scalo di Genova e 2,3 in quello di Savona-Vado Ligure). Sono cresciuti del 2,6 per cento i traffici di oli vegetali e vino del 2,6% e i prodotti chimici hanno chiuso con 227 mila tonnellate e un più 3,1% rispetto al 2020.

Le rinfuse solide movimentate nel primo semestre 2021 a livello di sistema registrano circa 1,2 milioni di tonnellate (+17,4%).

Il comparto industriale evidenzia nel mese di giugno una notevole crescita, + 240,6% che, nel semestre, porta a un +40,6%.

I prodotti siderurgici ammontano a 977.234 tonnellate nel primo semestre del 2021 (+282.394 rispetto a 2020).

Il traffico passeggeri è la componente che ha più risentito della pandemia. Il traffico per navi da crociera si è fermato a 75.043 passeggeri. A Genova nei primi sei mesi dell’anno ci sono stati 55.622 crocieristi, in transito e in imbarco/sbarco, e a Savona 19.422 passeggeri dalla ripartenza di maggio.

Il traffico passeggeri sui traghetti registrato un +96,3% rispetto al giugno 2020, con 185.949 passeggeri.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi