Il Distretto delle Tecnologie Marine: finanziamenti a fondo perduto del Cosme Leviatad e consulenze per i bandi Raise

Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA –  Un punto di riferimento sul territorio per le aziende, che fornisce mediazione e consulenza per cogliere le occasioni di finanziamento e sviluppo in arrivo dall’Italia e dall’Unione Europea.

E’ il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine che continua le sue attività a favore dei propri soci, con la promozione di incontri online per illustrare i dettagli del bando dell’Ecosistema per l’innovazione Raise (Robotics and AI for Socio-Economic Empowerment), incluso nel Pnrr, la cui dotazione finanziaria è pari a 12 milioni di euro a fondo perduto.

Si tratta di bandi a cascata per progetti innovativi nei settori della robotica e dell’intelligenza artificiale applicate a smart cities, ambiente e territorio, salute e aree portuali, che costituiscono un’occasione per le imprese del territorio ligure e del Sud Italia, chiamate a partecipare sia singolarmente che in Ats.

Nell’ottica di coinvolgimento delle aziende del Meridione, è stata attivata una partnership con il Cluster nazionale Big (Blue Italian Growth), con sede a Napoli, per organizzare congiuntamente momenti di confronto.

I bandi Raise risultano di indubbio interesse per le aziende del Distretto: i progetti dovranno, infatti, dimostrare un elevato livello di innovazione attraverso lo sviluppo di tecnologie abilitanti che migliorino la competitività̀ del sistema produttivo e sociale e favoriscano la transizione verde e digitale.

Nella puntuale segnalazione delle opportunità, è di questi giorni quella riguardante l’imminente emanazione del bando POR FESR 2021-2027 “Sostegno alla realizzazione di progetti volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare”, che sarà aperto dal 26 al 31 luglio 2023, di cui potranno beneficiare le micro, piccole e medie imprese, sia in forma singola che associata.

E, ancora, si chiuderà il 4 settembre il bando europeo Cosme Leviatad, aperto a tutti, volto alla creazione di un cluster europeo della difesa navale e rivolto alle aziende del settore e di quello della difesa aeronavale, che prevede l’erogazione di finanziamenti a fondo perduto per supportare internazionalizzazione e digitalizzazione. Il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine è capofila del progetto Leviatad, a cui partecipano importanti realtà italiane quali Consorzio Navigo Toscana e Camera di Commercio Riviere di Liguria, belghe, croate, francesi e che beneficia di uno stanziamento complessivo di oltre un milione di euro, di cui 200mila gestiti direttamente dal Dltm.

Un risultato frutto di una collaborazione internazionale di primo piano, che avrà ricadute positive anche sulle aziende del territorio ligure.

Il personale del Distretto è a disposizione delle aziende interessate, per fornire informazioni e un supporto nell’adesione al bando di Leviatad e nell’erogazione di informazioni per il bando Raise all’indirizzo mail: direzione@dltm.it.

 

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter