Parte a Lerici il progetto per eliminare le barriere architettoniche, on line un questionario aperto a tutti i cittadini sulle criticità

Tempo di lettura: 2 minuti

LERICI – Il Comune di Lerici si prende cura dei suoi cittadini più fragili e porta avanti i P.E.B.A., i Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche.

Soni i piani che rappresentano gli strumenti in grado di monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità del territorio da parte di tutti i cittadini con disabilità ma non solo, basti pensare anche alle mamme con le carrozzine o agli anziani.
“Proviamo ad immaginare una Lerici sempre più accessibile ed un turismo più vicino a tutti” spiega l’assessore alle politiche sociali Alessandra di Sibio che continua: “Ciò che
l’amministrazione sta portando avanti è il piano di formazione del P.E.B.A. che si sviluppa attraverso delle fasi ben precise, caratterizzate in primo luogo dall’analisi dello stato di fatto, successivamente dalla progettazione degli interventi e dalla stima dei costi ed infine dalla programmazione degli interventi”.
Per poter sviluppare questo progetto l’amministrazione si è avvalsa della collaborazione del presidente della Consulta per la Disabilità, Mauro Bornia e di Antonella D’Isanto, dell’Unione Ciechi Italiani e Ipovedenti. “Con il contributo di queste associazioni, nelle scorse settimane è stato fatto un sopralluogo a Lerici che proseguirà nelle varie frazioni per una valutazione obiettiva delle difficoltà che s’incontrano sul nostro territorio” continua ancora Di Sibio che annuncia che ai prossimi incontri saranno presenti anche persone che nella propria vita affrontano il problema delle barriere architettoniche quotidianamente coordinate dalla Consulta per la Disabilità della Spezia, dall’Unione Ciechi Italiani e Ipovedenti e dalla
Fondazione Manlio Canepa, che al Centro Antares di San Terenzo accoglie da anni persone con diverse forme disabilità sia fisiche, mentali che sensoriali. “Ma la cittadinanza tutta è chiamata ad esprimere le proprie considerazioni in merito; pertanto, grazie ad un semplice questionario compilabile nel giro di pochi minuti, sarà possibile dare il proprio contributo.” spiega l’assessore.
Il sondaggio è visibile sia on line sul sito del Comune e sui canali social, che attraverso dei Flyer con QR-Code che verranno distribuiti nei supermercati, alle scuole e negli studi medici. “Con questa iniziativa il Comune di Lerici vuole promuovere l’accessibilità e migliorare la qualità di vita di tutti i suoi cittadini coinvolgendo la popolazione stessa. Ciascuno di noi può contribuire a cambiare il proprio territorio!” conclude Di Sibio.
Ecco il link per accedere al questionario: https://bit.ly/3EzwMSL

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter