Ultimi Articoli

Alla Giornata del Mare alla Spezia, Lerici e Portovenere le professioni e le richieste del mercato della Blue Economy

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LA SPEZIA – La Giornata del Mare per costruire nei giovani la consapevolezza del valore della transizione ecologica e della cultura marinara, vocazione del Paese, alla Spezia, a Lerici e a Portovenere, ha fatto l’en plein.

E come era nei voti l’edizione 2022 ha confermato e rafforzato la coesione che si è creata alla Spezia tra Capitaneria di Porto, Istituto Scolastico Regionale e Lega Navale Italiana, e tra istituzioni, enti e associazioni che cooperando hanno dato vita a un impianto formativo di laboratori e mostre che ha coinvolto ben 54 tra istituzioni, enti e associazioni con 38 offerte formative tra laboratori, mostre, premiazioni sul ambiente, biologia, territorio, arte marinaresca, sport, orientamento, tecnologia, arte e letteratura.

E quest’anno, per la prima volta, hanno avuto un considerevole attenzione le professioni del mare e blu economy. E’ nel salone dei congressi di Porto Lotti che, in particolare, che si è svolto l’incontro su “Professioni del Mare, dai banchi di Scuola alla Blue Economy. presenti gli studenti del Chiodo-Einaudi e dell’Istituto tecnici Capellini.

Le sedi della Festa del Mare sono state: alla Spezia: DLTM-Falcomatà, Sezione Velica MM, Assonautica, Passeggiata Morin, Zona antistante Capitaneria di Porto, Molo Italia, Stazione Marittima, Circolo Velico Sp, IIS Nazario Sauro, Cantiere San Lorenzo, Porto Lotti; a Lerici: San Terenzo e Circolo Velico Erix, a Porto Venere: Fezzano- Goletta Oloferne, Le Grazie- Cantiere della Memoria.

La cerimonia di apertura della Festa con l’intervento delle autorità si è tenuta in mattinata nella sede di Largo Fiorillo.

Floriana Botta ha dato corso all’incontro con un propedeutico inquadramento dei profili professionali dell’Economia del Mare e sulle richieste del mercato del lavoro con l’intervento di Riccardo Bonanini (Rapporto Edos) e ha quindi dato la parola ai testimoni, modalità certamente efficace per la potenza degli esempi articolati in tre filoni su nautica, subacquea e logistica portuale.

A parlare delle professioni della Nautica sono stati Federica Maggiani di Motorvela e Guido Zannoni di Superfici Scarkl con focus sulle attività e sui servizi per coloro che amano navigare, l’innovazione e la tecnologia per i processi produttivi. A raccontare le esperienze della professione Subacquea sono stati Fabrizio Forma di Art Sub e Nicola De Luca di Ecodrone con focus sul lavoro nel mare sotto e sopra. A raccontare le esperienze delle professioni della logistica portuale prima Maurizio Orlando e Luca Sanna, direttore di macchina il primo e comandante il secondo, entrambi del Consorzio Marittimo Turistico Cinque Terre e quindi Salvatore Avena, presidente e amministratore delegato della Società La Spezia Port Service con focus sull’importanza di far viaggiare le persone e le merci.

Tutte le testimonianze abbinate a filmati e fotografie – per consentire di visualizzare l’attività descritta – sono state portate nella forma del dialogo con gli studenti e tutte comunque in base a uno schema altamente operativo basato su tre linee: le attività svolte dall’azienda e il rapporto con il territorio; le figure professionali coinvolte; i percorsi formativi richiesti (istruzione, formazione, patentini.

E’ stata insomma la narrazione di un percorso  presentato come un viaggio alla scoperta appunto delle professioni del Mare e allo stesso tempo del territorio, con l’intento di stimolare ad andare oltre nell’approfondimento della conoscenza.

All’inizio del viaggio è stata consegnata la Bussola per il cammino con le informazioni sul mercato del lavoro, le professioni richieste e le opportunità, tutte informazioni contenute nel citato rapporto Eidos.

Con l’avvertenza che i percorsi e gli ambiti delle professioni del mare sono molte e molteplici e che quelli mostrati non sono esaustivi  ma cominciando a imparare a viaggiare “la strada la trovi da te …” restando comunque la porta della disponibilità sempre aperta.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi