Ultimi Articoli

Augusto Cosulich conferma che la diplomazia internazionale è al lavoro per far rilasciare la nave cargo da Mariupol

Tempo di lettura: 2 minuti

Mariupol  (Ucraina)  – La diplomazia internazionale al lavoro per far rilasciare la Tzarevna, cargo con bandiera maltese e di proprietà della Vulcania (Fratelli Cosulich), bloccata dal 24 febbraio, giorno dello scoppio della guerra, a Mariupol.

Da allora è attesa a Monfalcone con un carico di bramme, un semilavorato dell’acciaio, destinato all’Italia e in particolare ai quattro laminatoi di acciaio a San Giorgio di Nogaro.

“Stiamo negoziando con la Repubblica del Donetsk per cercare di portare via la nostra nave – ha riferito all’Ansa Augusto Cosulich, presidente dell’omonimo Gruppo – che rischia di essere nazionalizzata, cioè confiscata, e in tal caso il danno economico sarebbe di 20 milioni di euro, 8 per il valore del cargo e 12 milioni per le bramme di acciaio. Danno ipotetico confermato anche ieri pomeriggio nel collegamento con Radio24.

“Lo scenario peggiore – ha dichiarato Cosulich – è di perdere nave e carico, Speriamo di non perdere il carico, che non ce lo rubino e che non ci portino via la nave, ma siamo imprenditori e gli imprenditori hanno i momenti di buio e quelli buoni, ma non siamo tipi che mollano”.
Nel frattempo, arrivano assicurazioni sullo stato di salute dell’equipaggio “che è stato rinfoltito in attesa di ripartire prima possibile”.

“Ma ricordo – aggiunge in ogni occasione Augusto Cosulich – che questa vicenda non è niente di importante, sono solo soldi, rispetto alle cose realmente tragiche come il fatto che questa guerra non sembra avere una fine e che la gente continua a morire. Per quanto riguarda la nostra nave, mese più, mese meno, prima o poi la liberiamo”.

Cosulich, che è anche il console di Malta in Liguria,  – ha anche raccontato all’emittente radiofonica di viaggi e di contatti avuti in Ucraina per cercare corridoi via terra, alternativi al mare, per esportare i prodotti dall’Ucraina in Polonia.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi