Ultimi Articoli

Dal mare alla via dei monti: “Da Levanto a Brugnato lungo le antiche percorrenze di pellegrini e mercanti”

Tempo di lettura: 2 minuti

 LEVANTO – BRUGNATO  – Si è concluso all’Ospitalia del Mare a Levanto il progetto “Da Levanto a Brugnato lungo le antiche percorrenze di pellegrini e mercanti”.

L’incontro ha rappresentato l’occasione per tirare le somme di un progetto complesso che ha avuto come protagonista un antico cammino medievale chiamato “La Via dei Monti”, che collegava la costa all’entroterra, reso di nuovo percorribile e valorizzato attraverso eventi tematici e attività didattiche dedicate. Sviluppato quasi per intero nel momento difficile della pandemia, ha visto la partecipazione del Consorzio “Il Cigno” in qualità di capofila assieme ad alcune delle imprese che ne fanno parte – Coop Zoe, Turismo Sostenibile, Digiside –, dei Comuni di Levanto, Borghetto di Vara e Brugnato, della Parrocchia di San Siro di Montale e della sezione spezzina del Club Alpino Italiano in qualità di partner. La realizzazione del progetto è stata resa possibile dal sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo di Torino, che lo ha finanziato nell’ambito del Bando Cultura 2020.

Ha coordinato i lavori Amanda Moruzzo, vice presidente della Coop Zoe, mentre ha fatto gli onori di casa il consigliere Lorenzo Perrone, del Comune di Levanto, che alla fine dei lavori ha commosso il pubblico presente con il ricordo affettuoso dello studioso Gianni Busco e del padre, coetanei nella vita e nella morte. D

Dopo i saluti istituzionali di Pietro Belmonte consigliere del Comune di Borghetto di Vara e del sindaco del Comune di Brugnato Corrado Fabiani, ha preso la parola per la Fondazione Compagnia di San Paolo il consigliere Angelo Matellini, che ha letto ai presenti la lettera del presidente della stessa Fondazione nella quale, oltre a rimarcare l’apprezzamento per il lavoro svolto in condizioni difficili dal 2020 al 2022, è stata posta in risalto “… la particolare attenzione ai temi del turismo lento e di prossimità, grazie alla creazione di percorsi praticabili a piedi lungo l’antica Via”.

Silvano Zaccone, presidente del Consorzio il Cigno, ha parlato degli aspetti storici della “Via dei Monti” e del desiderio di continuarne il mantenimento e la valorizzazione portando a compimento il suo tracciato oltre Brugnato, fino a Pontremoli, per raccordarsi alla più nota via Francigena. Hanno dato la loro adesione alla giornata conclusiva dei lavori la presidente dell’ISCUM di Genova Anna Boato, le amministrazioni comunali di Zignago, Zeri e Pontremoli insieme alle quali si intende promuovere le attività di completamento del cammino. Graziella Bonaguidi, legale rappresentante della Coop Zoe e membro del CDA del Consorzio “Il Cigno” ha raccontato le diverse fasi del progetto, le attività di valorizzazione svolte e i risultati raggiunti, mentre Alessandro Bacchioni, presidente del CAI della Spezia, ha illustrato gli aspetti tecnici del percorso, ben riconoscibile attraverso una segnaletica dedicata. Particolarmente toccante il momento della dedica del cammino della Via dei Monti o de Pontremolo, come era conosciuto sul versante lungianese, al professor Tiziano Mannoni, fondatore dell’ISCUM e archeologo di fama, alla presenza della figlia Cristina.

La variante dalla piana di San Rocco poco fuori Levanto a Bardellone, è stata invece dedicata a Gianni Busco, alla presenza dei familiari e della moglie. La pieve di San Siro di Montale è stata evidenziata come snodo nevralgico del percorso, per la sua antica storia e la sua importanza storico-artistica.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi