Forum Conftrasporto-Confcommercio: come pandemia, guerra e crisi energetica ridisegnano il futuro di trasporti e logistica

Tempo di lettura: < 1 minuto

Roma – Pandemia, guerra e crisi energetica ridisegnano le supplychain, con oscillazioni senza precedenti.

È questo il primo dato di sintesi che emerge dall’analisi dell’Ufficio Studi di Confcommercio e dallo studio realizzato da Ispi, presentati oggi a Roma al 7° Forum Internazionale Conftrasporto-Confcommercio.

Questi i passaggi nel dettaglio sui quali ci soffermeremo, come Portlogiusticpress.it trattandoli capitolo per capitolo per una loro più ampia diffusione  e comprensione:

  • Crisi energetica, inflazione e guerra: catene logistiche sotto stress
  • Ambiente e guerra modificano le reti di trasporto transeuropee, mentre in Italia l’impennata dei costi mette a rischio le opere previste dal Pnrr
  • Europa a corto di autisti (-400mila), ma in Italia crescono le patenti per guidare i Tir (+13.500 dal 2015 al 2021)
  • Crollano i noli di container (-60% sul periodo COVID), il Mediterraneo si conferma centrale (Genova e Gioia Tauro nella top-ten dei porti per indice di connettività), mentre la rotta artica apre nuove prospettive (tratte fino al 50% più corte di quelle del canale di Suez)
  • Tiene la globalizzazione, si affaccia il ‘reshoring’, si accorciano le filiere
  • Le previsioni: in Italia traffico passeggeri e merci in diminuzione nel 2023

 

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter