Ultimi Articoli

Gasdotto sottomarino “Nord Stream”: i danesi parlano di potenti esplosioni, gli svedesi di sabotaggio e detonazioni .

Tempo di lettura: < 1 minuto

Stoccolma – Altre indagini per accertare quanto è avvenuto sul sistema di gasdotti sottomarini di proprietà russa “Nord Stream”.

E intanto una squadra investigativa della polizia danese ha affermato di aver concluso che “potenti esplosioni” sono state responsabili dell’incidente.

Il servizio di sicurezza svedese aveva già parlato di “sabotaggio grave” causato da “detonazioni” .

Il giornale quotidiano svedese Expressen ha diffuso le prime immagini dei danni provocati dall’esplosione al sistema di gasdotti sottomarini Nord Stream di proprietà Gazprom.

Nel video si vede una sezione di acciaio fratturato staccata dalla parete della condotta: la linea è nettamente tagliata lungo la sua circonferenza.

I governi di Polonia e Ucraina avevano subito accusato il governo russo, principale beneficiario di Nord Stream 1 e 2, di aver compiuto l’attacco.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi