Ultimi Articoli

Giornata del Mare alla Spezia, Lerici e Portovenere: scelti tra sette finalisti i tre vincitori del Seafuture Awards

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 3 minuti

LA SPEZIA – Nella Giornata del Mare “inaugurata” dalle rappresentanze della città seguita da eventi organizzati in tutti e tre i Comuni del Golfo della Spezia  con l’impegno di 54 tra istituzioni, enti ed associazioni, con 38 laboratori e mostre ai quali hanno partecipato 1500 studenti dalla scuola dell’infanzia all’Università.

I Laboratori e le Mostre sono state proposte su ambiente, biologia, territorio, arte marinaresca, sport, orientamento, tecnologia, arte e letteratura e quest’anno, per la prima volta – come abbiamo scritto ieri proponendo in uno speciale focus dedicato a questa importante novità – anche professioni del mare e blu economy.

Al termine della mattinata sono state fatte, tra le altre iniziative, le premiazioni del Seafuture Awards, bandito da IBG nella scorsa edizione di Seafuture. Il premio era rivolto a laureati, dottorandi e dottori di ricerca che hanno sviluppato tesi sperimentali, magistrali o di dottorato, legate allo sviluppo di processi e prodotti nell’ambito delle tecnologie del mare.

Il Comitato Scientifico dei Seafuture Awards ha designato i sette finalisti che hanno presentato i loro lavori durante SEAFUTURE 2021, le Aziende presenti alla manifestazione hanno quindi selezionato i  tre vincitori.

1° Classificato MATTEO FRANCHI Titolo Tesi “SONAR 2D lungimirante nell’aiuto alla navigazione: sviluppo e test di strategie per veicoli subacquei autonomi ” Università degli Studi di Firenze

2° Classificato MANZARI VINCENZO (MARINA MILITARE) Titolo Tesi “Aumentare l’autonomia delle operazioni dei veicoli subacquei: lunga durata e prospettive di navigazione precise” CSSN (Centro di Supporto Sperimentazione Navale) della Marina Militare Italiana

3° Classificato D’AMATO BENEDETTA Titolo Tesi “Un mega-yacht convenzionale di 80 metri diventa ibrido: studio di fattibilità di un sistema di propulsione ibrido con celle a combustibile” Università degli Studi di Napoli “Federico II

Cristiana Pagni , presidente IBG ha dichiarato: “i giovani e il mare sono la maggior risorsa per il futuro dell’umanità, il nostro impegno nei loro confronti deve proprio essere quello di farci squadra per far emergere la coscienza ed il valore  di questa appartenenza reciproca”.

Al Concorso Nereidi 3.0 “Parole, suoni, colori del mare” , presentato da Patrizia Saccone, dedicato agli studenti di ogni ordine e grado e al  Centro d’Istruzione per gli adulti, ivi compresi i corsi serali e la sezione carceraria della provincia della Spezia, sono stati tre Maestri d’eccezione, Pietro Bellani, Giuliano Tomaino e Francesco Vaccarone, hanno reso onore, insieme alla Giuria, alle opere dei giovani che hanno espresso il loro rapporto col Mare sperimentando varie forme artistiche.

Al Concorso fotografico IREN i dipendenti dell’azienda hanno voluto esprimere attraverso immagini fotografiche l’intimo rapporto umano col pianeta blu.

“La Giornata del Mare per La Spezia è come il santo patrono civile, perché i progetti di vita di tantissimi che abitano nella nostra città o che hanno abitato qui trovano un destino proprio con il mare, in tutte le sue forme. Parlare di progetti veri e concreti è importante, e questa giornata è occasione di riflessione”, così il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini.

“L’Amministrazione ha lavorato dal primo giorno per il miglioramento delle condizioni ambientali del nostro mare, creare opportunità di lavoro e professionali in un’ottica di sviluppo economico che fosse compatibile con l’ambiente, la natura e il Golfo.

Fare le fognature, fare un impianto di depurazione, significa incidere positivamente su tutto un sistema e costruire una prospettiva migliore nella blue economy che derivano proprio dalla presenza di quelle infrastrutture.

Il mare dà sviluppo, dal punto di vista dell’innovazione, della ricerca, delle tecnologie, grazie anche alle attività della subacquea, del turismo, della nautica. C’è un filo rosso che collega tutte le attività spezzine al mare, e per questo siamo impegnati a tutelarlo a trecentosessanta gradi”.

 

 

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi